rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Militante di CasaPound condannato per aggressione a Cinzia Ronzitti

Un uomo, residente a Vigevano è stato condannato a 2 anni e 4 mesi per l'aggressione ai danni di Cinzia Ronzitti, militante del Partito Comunista dei Lavoratori ed ex candidata sindaco, che nel 2017 venne aggredita nel levante genovese

Un militante di CasaPound è stato condannato a 2 anni e 4 mesi, con il pagamento dei danni e delle spese processuali, per l'aggressione ai danni di Cinzia Ronzitti, militante del Partito Comunista dei Lavoratori ed ex candidata sindaco, che nel 2017 venne aggredita durante una festa di partito nel levante genovese. 

Tutto era successo in piazza de Simone, poco distante dal PalaQuinto: la Ronzitti aveva notato due persone afferrare una delle bandiere appese fuori dal palazzetto e avrebbe chiesto l’immediata restituzione. In risposta, era stata prima strattonata e poi spinta, insultata e buttata a terra, poi i due erano scappati in scooter. 

Uno dei due aggressori, residente a Vigevano in provincia di Pavia, è stato condannato a 2 anni e 4 mesi, con il pagamento dei danni e le spese processuali per furto, minaccia e lesioni. «Nonostante l'aggressione e le diverse intimidazioni dei fascisti contro i nostri militanti, il Partito Comunista dei Lavoratori continuerà coerentemente con la sua battaglia contro le derive reazionarie - ha scritto in una nota il Pcl - , contro le organizzazioni neofasciste e a difesa dei diritti e delle condizioni dei lavoratori e delle lavoratrici a prescindere da provenienza, nazionalità, etnia, religione o orientamento sessuale. Rimarremo al fianco e a sostegno dell'assemblea di Genova Antifascista, di ogni percorso antirazzista e a difesa della classe lavoratrice a Genova, in Italia e nel Mondo, nella prospettiva di una rivoluzione comunista».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Militante di CasaPound condannato per aggressione a Cinzia Ronzitti

GenovaToday è in caricamento