Aggressione a Cornigliano, la convivente ricoverata all'ospedale

Ieri un uomo di 40 anni ha aggredito e picchiato la convivente, ricoverata all'ospedale con il naso rotto. La donna ha denunciato l'accaduto, gli atti sono stati inviati alla Procura

Ha aggredito la convivente nell'abitazione di Cornigliano, poi l'ha costretta a dormire con il figlio minore per terra su un giaciglio di fortuna per poi tentare di strozzarla.

La donna è stata inoltre colpita da una gomitata al volto che le ha causato la rottura del naso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All’ospedale l’uomo, 40 anni, ha minacciato la compagna di ritorsioni se avesse chiamato la Polizia. La signora ha però compreso la gravità della sua situazione andando ad abitare temporaneamente da un’amica e denunciando l’accaduto agli uomini del Commissariato di zona, che hanno inviato gli atti alla Procura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Bassetti: «Seconda ondata? Basta allarmismo»

  • Waterfront, avanti con i lavori: l'acqua inizia a fluire nel canale navigabile

  • Ruba una valigia in un'auto ma passa davanti al proprietario poco dopo

  • Maxi tamponamento in A12: feriti e autostrada chiusa per due ore

  • Notte di San Lorenzo 2020, dove guardare le stelle cadenti

  • Migliore street food italiano: un locale genovese premiato da Gambero Rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento