Cronaca Cornigliano / Via Tea Benedetti

«Ci chiami un taxi?», poi scatta l'aggressione a bottigliate al grido di: «Niente foto»

Alcuni uomini ubriachi hanno chiesto a un 19enne di chiamare un taxi per tornare a casa, dal telefono è partito un flash che ha scatenato la rabbia di uno dei quattro

Un peruviano di 50 anni è stato denunciato dalla polizia poco prima delle 3 di notte in via Tea Benedetti per aver aggredito un 19enne di origini indiane con una bottiglia. 

La vittima stava rientrando a casa ed è stata fermata da quattro persone di origine peruviana, in evidente stato di ebrezza, che gli hanno chiesto la cortesia di chiamare un taxi. Il giovane ha effettuato la chiamata ma dopo pochi istanti sul cellulare è arrivato un messaggio della conferma dell’arrivo del tassista, ma al momento della ricezione dell’avviso si è acceso il flash del telefono e i quattro ubriachi hanno pensato che il 19enne avesse fatto loro una foto.

A quel punto il 50enne si è scagliato contro il giovane indiano per strappargli di mano il cellulare colpendolo alla testa con una bottiglia tanto da procurargli una ferita guaribile in 7 giorni.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Ci chiami un taxi?», poi scatta l'aggressione a bottigliate al grido di: «Niente foto»

GenovaToday è in caricamento