Cronaca

«Non voglio i lavori», e si scaglia contro gli operai con un'accetta

Autore del gesto un uomo di 51 anni residente in centro storico, che sabato mattina ha accolto armato due muratori arrivati nel palazzo per alcuni interventi

Ha aperto il portone a due muratori arrivati per effettuare alcuni lavori, per poi accoglierli armato di accetta: il bizzarro episodio è avvenuto sabato mattina in un palazzo del centro storico, dove gli operai avrebbero dovuto portare a termine alcuni interventi stabiliti dall’amministrazione condominiale.

Proprio i lavori, uniti a una notte trascorsa a bere, hanno fatto scattare la rabbia dell’uomo, un 51enne genovese: intorno alle 8.30 di mattina i due muratori hanno suonato a diversi citofoni per farsi aprire, “incappando” in quello del 51enne, che ha reagito aprendo il portone e poi andando loro incontro con l’accetta.

I due uomini sono fuggiti e hanno subito chiamato i carabinieri, che una volta arrivati sul posto hanno trovato l’uomo nel suo appartamento, l’accetta ancora in piena vista. Interpellato sulle ragioni dell’aggressione, ha spiegato di essere contrario ai lavori e di non volere gli operai nel palazzo, ma quando i carabinieri hanno provato ad andare più a fondo si è scagliato contro di loro a calci e pugni, finendo poi per cadere per terra.

I militari lo hanno dunque accompagnato al pronto soccorso del Galliera per la medicazione e poi arrestato: il 51enne è stato giudicato in mattinata per direttissima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Non voglio i lavori», e si scaglia contro gli operai con un'accetta

GenovaToday è in caricamento