menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Finte mail per ottenere il rimborso fiscale, allarme truffe anche in Liguria

La direzione ligure dell'Agenzia delle Entrate mette in guardia contro i tentativi di phishing online dopo decine di segnalazioni da parte di persone che hanno rivelato dati personali

Mail provenienti da un indirizzo che sembra appartenere all’Agenzia delle Entrate, e che invitano chi le riceve a compilare un modulo con i dati personali e a rispedirlo per ottenere un presunto rimborso fiscale: è la nuova frontiera delle truffe online, che fanno leva sulle recenti polemiche in merito al risarcimento delle pensioni per spingere i malcapitati a rivelare dati sensibili.

A mettere in guardia su questi tentativi di phishing è la direzione ligure dell'Agenzia delle Entrare, che rivela come negli ultimi tempi continuino ad arrivare segnalazioni da parte di genovesi che denunciano la ricezione di queste finte richieste di rimborso: “In nessun caso l’Agenzia chiede informazioni sulle carte di credito”, si legge nella nota diffusa, in cui si invita chiunque riceva simili messaggi a eliminarli senza collegarsi al link di accesso al modulo per la richiesta del presunto rimborso fiscale, in quanto potenzialmente pericoloso, e a segnalare il fatto alla Direzione Provinciale competente o alla Direzione Regionale.

“L’unico modo per ricevere un rimborso, con accredito su conto corrente, è andare sul sito www.agenziaentrate.gov.it , nella sezione ‘Home – Cosa devi fare – Richiedere – Rimborsi’, possono consultare le corrette modalità per ricevere un rimborso fiscale con l’accredito su conto corrente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento