Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Centro / Piazza Raffaele De Ferrari

Aeroporto di Genova, sciopero e presidio sotto la Regione

Decine di lavoratori si sono dati appuntamento in piazza De Ferrari per protestare contro le esternalizzazioni e la mancanza di un piano di sviluppo per lo scalo genovese

Sciopero e presidio questa mattina dei lavoratori dell'aeroporto Cristofoto Colombo, che hanno incrociato le braccia per 4 ore dandosi appuntamento sotto la sede della Regione, in piazza De Ferrari, per protestare contro le esternalizzazioni e invocare maggiore attenzione e investimenti da parte delle istituzioni verso lo scalo genovese.

«Da anni attendiamo insieme con i genovesi un serio piano di rilancio, ma l’unica risposta delle istituzioni è stato un progetto di privatizzazione che comprende la cessione a privati di alcuni reparti tra cui quello merci e il parcheggio», è la denuncia di Usb, che ha organizzato un presidio durante il quale i lavoratori hanno invocato a gran voce un incontro con l’assessore regionale ai Trasporti, Gianni Berrino, e il governatore Giovanni Toti.

La richiesta è stata accolta, e una ristretta delegazione ha fatto il suo ingresso in Regione per un confronto: «Chiediamo alle istituzioni di intervenire tempestivamente per bloccare questa operazione - concludono le associazioni sindacali - e costruire immediatamente un piano di rilancio concreto e una prospettiva di crescita e sviluppo per una risorsa così importante per l’economia del territorio ligure».
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto di Genova, sciopero e presidio sotto la Regione

GenovaToday è in caricamento