menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aereo disperso, amaro ritrovamento: pilota morto nel giorno del suo compleanno

E' stato ritrovato dopo due giorni di ricerche il Piper che venerdì pomeriggio era sparito nei cieli liguri. Il pilota, Hardy Kalitzki, 56 anni, è morto nel giorno del suo compleanno

Dopo due giorni di ricerche è stato ritrovato sull'Appennino Tosco Emiliano il Piper disperso nei cieli liguri venerdì pomeriggio. E come si temeva, con il velivolo c'era anche il corpo senza vita del pilota, Hardy Kalitzki, 56 anni. L'uomo abitava a Berlino ed è morto nel giorno del suo compleanno.

Il manager genovese che gli ha venduto il Piper è stata l'ultima persona ad avere visto il pilota tedesco in vita venerdì mattina prima del decollo dall'aeroporto di Genova e dello schianto sulla montagna.

«Hardy Kalitzki era un pilota professionista, espertissimo, con all'attivo 12.000 ore di volo e ben 990 traversate dell'Atlantico - ha detto Ottonello -. Aveva pilotato tutti i tipi di aerei e vantava un curriculum ineccepibile». «Era un ferry-flyes, come si dice aveva il compito di trasportare il Piper a New York attraverso la rotta utilizzata da questi aerei che hanno una autonomia di volo di circa 5-6 ore. Doveva raggiungere l'aeroporto di Ebeswald vicino a Berlino e poi attraverso scali in Scozia, Islanda, Groenlandia, Canada arrivare alla destinazione finale di New York. L'aereo lo avevano venduto un anno fa. Lui era arrivato a Genova con un volo di linea da Berlino e poi è decollato col Piper venerdì mattina».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento