Cronaca Castelletto / Corso Firenze

Una targa per Adelia, "mascotte" di Villa Gruber

La donna, 49 anni, era conosciutissima a Castelletto anche per l'abilità con cui svolgeva il suo mestiere di dog sitter. Chi l'ha conosciuta chiede che venga ricordata nel parco

Una targa per Adelia, nata in Brasile, terra di sole e allegria, ma innamorata di Genova, del suo vento tagliente e dei suoi cittadini un po’ burberi, ma dal cuore grande. 

La proposta arriva dai residenti del quartiere in cui Adelia viveva e lavorava come dog sitter, amatissima, e cioè da Castelletto. La targa andrebbe posizionata dove la donna, 49 anni, portava a passeggio i cani, e cioè a Villa Gruber, dove veniva avvistata ogni giorno con il suo sorriso.

Conosciutissima a Castelletto, è stata una delle prime persone a dedicarsi all’attività di dog sitter in città, una sorta di “decana” che a Genova ha trascorso oltre vent’anni. Adelia si è spenta dopo una lunga malattia, contro cui ha lottato sino alla fine affiancata dal marito, sposato appena lo scorso giugno, dalla sorella, e dagli amati tre cani. Il funerale si è celebrato lunedì nella chiesa di San Martino, dove i familiari e i tanti amici di Adelia si sono riuniti per un ultimo saluto portando con loro anche i quattro zampe che la donna tanto amava, autorizzati a entrare in chiesa dal parroco.

«Ho fatto richiesta e mi è stato confermato che la proposta della targa è stata presentata e protocollata - ha annunciato Jenny Queirolo, una dei tanti residenti di Castelletto che ad Adelia aveva imparato a volere bene - L’affetto dimostrato per questa amica, ormai residente qui da più di venti anni, dimostra che noi genovesi sappiamo accogliere e ricambiare benissimo chi arriva a Genova e la ama».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una targa per Adelia, "mascotte" di Villa Gruber

GenovaToday è in caricamento