Venditori abusivi e merce falsa: controlli a tappeto tra spiagge e mercati

Giovedì 18 luglio seconda edizione dell'Action Day voluto dal Ministero dell'Interno: in campo forze dell'ordine e amministrazioni locali per disincentivare l'abusivismo e la vendita di capi "tarocchi"

Una giornata intera dedicata alla lotta all’abusivismo commerciale e alla contraffazione: la data è stata fissata dalla Prefettura di Genova per il 18 luglio, il secondo “Action Day” promosso dal Ministero e concordato a margine della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal prefetto Fiamma Spena.

Alla riunione di mercoledì hanno preso parte i vertici provinciali delle forze dell’ordine, la Capitaneria di Porto di Genova, gli assessori alla Sicurezza e al Commercio del Comune di Genova, i sindaci e comandanti delle polizie locali dei comuni rivieraschi maggiori, i rappresentanti di Anci Liguria, Camera di Commercio e delle associazioni di categoria (Ascom Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato).

Una vera e propria task-force finalizzata a sensibilizzare cittadini e istituzioni sugli effetti negativi di abusivismo e contraffazione, tema particolarmente attuale alla luce del maxi sequestro di scarpe da ginnastica operato dalla Guardia di Finanza nei giorni scorsi, che ha consentito di individuare la base operativa tra la Campania e Genova, dove i prodotti venivano venduti. 

I rappresentanti dei vari Comuni e le associazioni di categoria, nel corso della riunione, hanno dal canto loro evidenziato una graduale diminuzione del fenomeno nel suo complesso, complici gli sforzi di polizia Locale e forze dell’ordine. 

L’attenzione deve però restare alta, hanno sottolineato i partecipanti al tavolo, soprattutto in periodo estivo. E dunque, su indicazione del Ministero, giovedì 18 luglio sarà una giornata di controlli intensivi su tutto il territorio, con focus sulle riviere, sui luoghi maggiormente turistici e su quelle aree - in primis il centro storico - che si prestano all’insediamento di laboratori e opifici clandestini per la produzione di materiale contraffatto. Controlli previsti anche nelle zone adiacenti alle infrastrutture di trasporto, negli immobili destinati allo stoccaggio di merci e nei mercati, mentre le associazioni di categoria porteranno avanti iniziative di prevenzione e sensibilizzazione.

Potrebbe interessarti

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

  • Dialetto curioso: cos'è la "ca do diao"? E la "ca da pèsta"?

I più letti della settimana

  • Tragedia a Sampierdarena, 19enne muore cadendo nella tromba delle scale

  • Cade dalla finestra e precipita su nonna e nipote: tragedia a Castelletto

  • Schianto in A7: muore 19enne, gravissimi due amici

  • In Lungomare Canepa apre "Belin", il bar "autogrill" tutto genovese

  • Tragedia sul Monte Bianco: muore vigile del fuoco genovese, gravissimo collega

  • Spaccia in centro storico, Cassazione annulla arresto: «Vicoli hanno aiutato la polizia»

Torna su
GenovaToday è in caricamento