rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Cronaca Centro / Viale IV Novembre

Acquasola trasformata in parcheggio, Campora: "Collocazione precaria"

L'assessore, in risposta a due interrogazioni a risposta immediata, ha ricordato che l'autorimessa del tribunale è chiusa per lavori ed era necessario trovare soluzioni alternative per la durata del cantiere

Il parco dell'Acquasola, o almeno parte di esso, divenuto parcheggio è stata la questione trattata in apertura del consiglio comunale di martedì 22 novembre 2022 attraverso due interrogazioni a risposta immediata, presentate da Federico Bertorello e Fabio Ceraudo.

"Si richiedono alla civica amministrazione informazioni circa l'autorizzazione rilasciata all'ufficio del tribunale di Genova, che ha consentito l'accesso con mezzi privati di proprietà di addetti del medesimo tribunale (giudici, funzionari, ecc.) all'interno del parco dell'Acquasola, con ciò creando notevoli disagi ai cittadini che fruiscono del parco, zona pedonale con tanto di segnaletica di divieto di accesso per auto e moto veicoli", il testo del primo articolo 54.

"Si chiedono chiarimenti circa la concessione del Comune ai magistrati per poter posteggiare le proprie auto all'interno del parco storico dell’Acquasola", il testo della seconda interrogazione.

Per la giunta è intervenuto l'assessore Matteo Campora. "La questione nasce dal fatto che il garage di palazzo di giustizia è sottoposto a lavori e l'autorimessa è interdetta e questo è avvenuto in concomitanza con il processo per il crollo di ponte Morandi. Quindi - ha spiegato Campora - per sicurezza è stato necessario reperire spazi per i parcheggi".

"Si tratta di una collocazione precaria. Ci sono stati parcheggi - ha concluso Campora - che hanno invaso la parte storica, ma due o tre giorni fa sono state poste transenne così i mezzi stanno solo sulla parte asfaltata, senza entrare nella parte storica del parco. Questa è la motivazione, con la riapertura dell'autorimessa di palazzo giustizia sarà superata. Per evitare sconfinamenti è stata messa una barriera fisica e i veicoli non potranno più accedere alla parte storica".

Nella sua replica, Ceraudo ha fatto presente che "anche l'altra zona risulta faccia parte del parco, quindi non dovrebbe essere utilizzata a tale scopo. Lo dice la legge del 1991 sulla tutela dei parchi storici. C'è stato un esposto, per questo dico al Comune di tornare indietro per evitare danni erariali", ha concluso il consigliere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquasola trasformata in parcheggio, Campora: "Collocazione precaria"

GenovaToday è in caricamento