Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Sampierdarena / Via Antonio Cantore

Orrore in famiglia: per sette anni abusa della figlia minorenne

Un operaio boliviano di 47 anni, con pregiudizi di polizia, residente in via Cantore a Sampierdarena, è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di violenza sessuale aggravata. L'uomo avrebbe abusato sessualmente per sette anni della figlia minorenne

Ieri mattina, all’alba, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Genova, per la pena detentiva di 11 anni e 3 mesi di reclusione, i carabinieri hanno arrestato un operaio boliviano di 47 anni, con pregiudizi di polizia, residente in via Cantore a Sampierdarena.

La condanna è scaturita da un’indagine svolta dai carabinieri della stazione di Rivarolo, dopo che erano intervenuti, nel novembre 2008, in soccorso di una ragazzina, trovata ubriaca e condotta all'ospedale per le cure del caso.

In quella circostanza, l’allora 15enne riferì di essere stata oggetto degli abusi sessuali del padre per 7 anni, prima con palpeggiamenti e poi, dall’età di 12 anni, con rapporti carnali. L’uomo era convivente con sua connazionale, dalla quale si è poi separato nel 2006 ed aveva avuto una figlia, la vittima appunto, nata nel 1993.

Il boliviano è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Investigativo mentre stava rientrando, ubriaco, da una nottata trascorsa in una nota discoteca cittadina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orrore in famiglia: per sette anni abusa della figlia minorenne

GenovaToday è in caricamento