rotate-mobile
Cronaca

Abusa della nipote e fugge in Spagna, arrestato grazie a Facebook

La polizia di Genova, con il supporto dei colleghi spagnoli, ha catturato un genovese che era evaso dopo essere stato accusato di violenze sessuali

La polizia di Genova, con il supporto dei colleghi spagnoli, ha catturato un genovese che era evaso dopo essere stato accusato di violenze sessuali ai danni di un minore.

L’uomo, secondo quanto riferito dalla denuncia a suo carico, era responsabile di ripetuti atti di violenza e abusi ai danni della nipote minorenne convivente, ed era stato allontanato nell’immediatezza dal domicilio. Una volta scoperto ha accusato un malore per farsi ricoverare presso un ospedale della provincia dal quale era riuscito però ad allontanarsi rendendosi irreperibile.

A seguito di ciò, personale della Squadra Mobile ha iniziato una serrata indagine per rintracciare l’evaso. Grazie alle conversazioni su Messanger e WhatsApp con alcuni parenti e a vari video che l’uomo ha pubblicato su Facebook, i poliziotti hanno scoperto che era fuggito in Spagna e che verosimilmente si trovava a Barcellona. Durante la latitanza, l’indagato ha indicato al fratello, attraverso WhatsApp, due indirizzi della città catalana dove quest’ultimo avrebbe dovuto spedirgli un computer.

Grazie alle informazioni apprese, su disposizione della Procura della Repubblica di Genova che ha coordinato le indagini, l’indagato è stato rintracciato e fermato dalla Polizia Spagnola, estradato in Italia da personale Interpol e arrestato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusa della nipote e fugge in Spagna, arrestato grazie a Facebook

GenovaToday è in caricamento