Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Pastiglie per l'ulcera per farle abortire, due indagati

Due persone sono state indagate per violazione della legge 194 sull'interruzione di gravidanza. Gli inquirenti hanno scoperto un giro di aborti clandestini fra Genova e il Tigullio

La Procura ha aperto un'inchiesta per fare luce su un sospetto caso di aborti clandestini. Le indagini hanno preso il via da un episodio avvenuto a Lavagna, dove una donna di 24 anni si è presentata in ospedale 14 volte per emorragie e ha subito quattro aborti spontanei in un anno.

Due persone risultano indagate per aver fornito alla ragazza pastiglie per interrompere le gravidanze, il Cytotec, un farmaco per l'ulcera. Gli inquirenti hanno scoperto così altri casi in cui sono coinvolte ragazze fra i 17 e i 29 anni, per lo più sudamericane e prostitute.

Le giovani rischiavano emorragie mortali per colpa dei loro due aguzzini. Questi ultimi devono rispondere ora della violazione della legge 194 sull'interruzione di gravidanza, ma non è escluso che l'accusa possa aggravarsi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pastiglie per l'ulcera per farle abortire, due indagati

GenovaToday è in caricamento