rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

A10, da settembre tutor in azione

Il sistema di controllo della velocità entra in funzione dopo il periodo di sperimentazione: ecco i tratti interessati e cosa si rischia

Dopo il periodo di sperimentazione, entrano ufficialmente in funzione i tutor sull’autostrada A10: i sistemi di controllo della velocità inizieranno a monitorare il tratto compreso tra Varazze e Albisola e tra Savona e Celle Ligure a partire da venerdì 1 settembre, un provvedimento adottato dopo i gravi incidenti che si sono verificati negli ultimi mesi sulla Genova-Ventimiglia.

Come funzionano 

I tutor, come detto, sono stati installati in due tratti distinti: due portali tra i caselli di Varazze e Albisola, e altri due tra Savona e Celle Ligure. La multa scatterà per le auto che superano i 110 km/h e per i tir che sforano il limite dei 70 km/h, con il sistema che rileverà attraverso le telecamere la targa e l’orario di passaggio analizzando il tempo impiegato dal mezzo per coprire il tratto compreso tra i due portali.

Le multe 

Analizzando la targa, il sistema sarà in grado di risalire all’intestatario dell’auto e, in caso di superamento dei limiti, scatterà la multa. L’importo varia a seconda dell’entità della violazione: si parte da un massimo di 168 euro per chi supera i limiti sino a 10 km/h per arrivare anche a superare i 3.000 euro in caso di superamento del limite di oltre 60 km/h. In aggiunta verranno decurtati anche i punti dalla patente, da 3 punti per un superamento compreso tra i 10 km/h e i 40 km/h a 10 per il superamento dei 60 km/h. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A10, da settembre tutor in azione

GenovaToday è in caricamento