Ilva: il sindacato di polizia solidale con la protesta degli operai

«I poliziotti genovesi sono scesi in piazza molte volte e lo faranno ancora: anche per questo idealmente sono vicini ai lavoratori dell'Ilva che lottano per non perdere il posto di lavoro» Così Roberto Traverso, segretario generale provinciale Silp Cgil

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Genova - «Il dramma  che stanno vivendo gli operai dell'Ilva di Genova è uno dei tanti che giorno dopo giorno travolgono gli equilibri  sociali di un Paese profondamente ferito».

«I poliziotti genovesi sono parte integrante di una città sempre più in ginocchio e sono solidali con i lavoratori che democraticamente rivendicano i propri diritti, protestando contro quelle stesse istituzioni che continuano a falcidiare il Comparto Sicurezza».

«Per difendere la dignità del loro ruolo istituzionale, i poliziotti genovesi sono scesi in piazza molte volte e lo faranno ancora: anche per questo idealmente sono vicini ai lavoratori dell'Ilva che lottano per non perdere il posto di lavoro».

«In questo momento così delicato, di fronte a prevedibili anche se inutili e non giustificabili atteggiamenti provocatori, la gestione dell'ordine pubblico e le relative scelte operative, sono fondamentali  per evitare al massimo tensioni sociali».

«Per questo riteniamo che continuare a ricorrere all'utilizzo di 'cordoni umani' per fronteggiare situazioni conflittuali di ordine pubblico come quella di ieri sera di fronte a una prefettura dotata di un robusto portone, lascia spazio a forti perplessità».

Torna su
GenovaToday è in caricamento