Dibattito sul 5G in consiglio comunale, l'assessore: «È una tecnologia sicura»

Alle numerose richieste, compresa quella di sapere dove sono installati gli apparati per il 5G a Genova, l'assessore ha risposto ribadendo più volte che la tecnologia non è pericolosa per la salute delle persone

Dove sono le antenne e gli impianti per il 5G a Genova? La domanda è emersa nel corso della seduta del consiglio comunale di giovedì 26 novembre. Quattro consiglieri (Ariotti, Pignone, De Benedictis e Putti) hanno rivolto altrettante interrogazioni alla giunta.

L'assessore Nicolò non è entrato nel dettaglio dei vari aspetti, ma si è limitato a ripetere a più riprese che il «5G è una tecnologia sicura». I consiglieri però hanno replicato che non ci sono studi che dimostrino la non pericolosità sull'uomo, ribadendo il disappunto per un confronto che si è concluso all'improvviso dopo due commissioni.

I consiglieri hanno anche ricordato come ci siano diversi Comuni che hanno deciso di attendere prima di dare il via alla sperimentazione del 5G, segno di come non ci sia un approccio unanimamente favorevole alla nuova tecnologia. Nel progetto sono coinvolte Vodafone, Comune di Genova, Amt, Cnr, Leonardo e Start 4.0.

Fra gli altri progetti in sperimentazione a Genova c'è quello che prevede l'installazione di videocamere in alta definizione sui mezzi pubblici in modo da rilevare in tempo reale informazioni utili alla manutenzione del manto stradale. Le informazioni saranno rese disponibili in tempo reale alla centrale di monitoraggio dell'amministrazione comunale per gestire tempestivamente eventuali rischi connessi e pianificare in modo più efficiente gli interventi di manutenzione.

Ma questo che impatto avrà sulla salute dei cittadini? Secondo l'assessore nessuno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

  • Bassetti: «Gli studi seri dimostrano che il plasma iperimmune è come non usare nulla»

Torna su
GenovaToday è in caricamento