Manifestazione 30 giugno, il corteo rinomina le vie genovesi

Circa mille persone hanno partecipato martedì 30 giugno 2020 al corteo organizzato da Genova Antifascista, partito da Piazza Alimonda e arrivato fino a piazza De Ferrari

Foto d'archivio

Circa mille persone hanno partecipato martedì 30 giugno 2020 al corteo organizzato da Genova Antifascista per ricordare i fatti del 30 giugno 1960, quando le proteste contro la convocazione a Genova del sesto congresso del Movimento Sociale Italiano portarono anche alle dimissioni del governo Tambroni, il primo e l'unico della Prima Repubblica che ottenne la maggioranza in parlamento grazie ai voti del Msi.

Il corteo quest'anno è partito da Piazza Alimonda dietro un unico grande striscione di Genova Antifascista ed è arrivato fino a piazza De Ferrari. Nel corso della manifestazione sono stati simbolicamente rinominate alcune strade coprendo la targa della toponomastica con un foglio di carta contenente la nuova denominazione.

Piazza Alimonda è diventata piazza Carlo Giuliani e con la stessa tecnica sono spuntate durante il percorso anche "via Toti e Bucci da Genova", "via vittime dei tagli della sanità" e anche "via Martina Rossi", la giovane 20enne morta a Palma di Maiorca i cui presunti violentatori sono stati assolti dalla Corte d'Appello di Firenze.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • Lo spettacolo della Corsica dalla Liguria: miraggio o realtà?

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

Torna su
GenovaToday è in caricamento