Coronavirus: quanto resiste veramente sulle superfici?

Il test di alcuni medici statunitensi ha svelato le superfici più "inospitali" per il virus

Fin dall'inizio dell'emergenza coronavirus, tra le raccomandazioni, c'era quella che diceva di pulire e igienizzare le superfici con soluzioni disinfettanti. Anche se, occorre specificarlo, l'eventuale contagio da superfici è marginale: la stragrande maggioranza delle persone che risultano positive è perché sono state infettate da altri esseri umani.

Detto ciò, sappiamo comunque che il virus può sopravvivere sulle varie superfici. Ma per quanto tempo?

MedicalFacts, il sito curato dal virologo Roberto Burioni, risponde alla domanda prendendo in considerazione una recente comunicazione presentata da medici statunitensi che hanno valutato non solo la capacità del virus di permanere nel tempo su varie superfici, ma anche la conseguente capacità di infettare. Si tratta tuttavia, come precisano gli autori dell'articolo Roberto Burioni e Nicasio Mancini, di dati preliminari e da confermarsi con altri esperimenti.

Gli studiosi americani hanno analizzato la resistenza del Covid-19 su quattro tipi di materiali, rame, cartone, acciaio inossidabile e plastica. I materiali più inospitali sono risultati essere rame e cartone, con un dimezzamento della capacità infettiva in meno di due ore (rame) o entro 5 ore (cartone). Un abbattimento completo dell'infettività è stato osservato rispettivamente dopo 4 ore per il rame, e 24 ore per il cartone.

Sull'acciaio inossidabile il dimezzamento della capacità infettiva è avvenuto dopo circa 6 ore, e sulla plastica dopo 7. Per un completo azzeramento dell'infettività, almeno 48 ore per l'acciaio e 72 per la plastica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La buona notizia è che, come già era stato detto in varie occasioni, il virus viene reso completamente inattivo con acqua e sapone, e altri detergenti. Dunque basta pulire accuratamente le superfici per non correre rischi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come fare la lavatrice in modo da risparmiare in bolletta

  • Trasformare e sfruttare il balcone in autunno: trucchi e consigli

  • Proprietà del sapone di Marsiglia, prodotto naturale

  • Come creare una stanza in più in casa? Trucchi e idee

  • Coinquilini: ecco alcuni consigli per vivere serenamente

  • Rinnovare il pavimento: quale scegliere, trucchi e consigli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento