Si può traslocare e ristrutturare casa ai tempi del coronavirus?

E' possibile traslocare in una nuova abitazione ed effettuare lavori edili in questo periodo di lockdown ed emergenza sanitaria? Facciamo chiarezza

A chi era in procinto di traslocare o prossimo a ristrutturare la propria casa, il coronavirus ha sicuramente messo i bastoni tra le ruote ma non ha del tutto bloccato la possibilità di procedere con queste attività. Vediamo cosa ammettono e cosa vietano i decreti del presidente del Consiglio in questo tempo di emergenza sanitaria.

Si può traslocare durante l'emergenza sanitaria?

Se il trasloco è indifferibile ed effettuato da una ditta iscritta all’albo trasportatori, questa attività rientra tra quelle consentite. Devono comunque sempre essere rispettate le prescrizioni dettate dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020 per quello che concerne l’uso di dispositivi di protezione individuale e la distanza interpersonale.

Si possono effettuare lavori di ristrutturazione?

Il D.P.C.M. 22/03/2020, coordinato con i precedenti, per quanto riguarda l’edilizia consente di effettuare esclusivamente le attività contrassegnate dai codici ATECO, ovvero la classificazione delle attività economiche adottata dall’ISTAT, dal n. 42, lavori di ingegneria civile, e dal n. 43.21.01 al n. 43.29.09 compreso, ovvero quelli di installazione di impianti elettrici, elettronici, idraulici, di riscaldamento, per la distribuzione di gas, ecc.

Quali accorgimenti devono essere adottati per l’esecuzione dei lavori edili?

Per l’esecuzione dei lavori edili consentiti dal D.P.C.M. 22/03/2020 devono essere adottate tutte le cautele di protezione individuali, sia di distanza di interpersonale di almeno un metro, che di DPI quali mascherine e guanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Interventi di riparazione, si o no?

Può considerarsi una comprovata esigenza lavorativa per lo spostamento quella di recarsi presso un immobile di proprietà locato per far effettuare un intervento di riparazione di natura idraulica come, ad esempio, uno scaldabagno? Considerato che la riparazione può essere effettuata da un professionista di fiducia e che lo stesso inquilino può seguirne lo stato dell’arte, lo spostamento non può essere considerato una esigenza lavorativa inderogabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: regole condominiali e cosa fare se c’è un inquilino positivo

  • A Natale il "mezzo albero" per occupare meno spazio in casa

  • Come utilizzare il riscaldamento e risparmiare

  • Come pulire e mantenere in ordine il parquet

  • Come scegliere i termosifoni e caloriferi giusti per avere una casa calda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento