rotate-mobile
Vendita e Affitto

Trasloco ai piani alti, ecco la guida completa

Il trasloco rappresenta senza dubbio un momento complicato, soprattutto quando uno dei due appartamenti coinvolti si trova ai piani alti. Qui di seguito elenchiamo qualche consiglio per rendere le cose più semplici

Acquistare una nuova casa o semplicemente andare a vivere in un nuovo appartamento rappresenta un cambiamento, che porta con sé gioia ed entusiasmo. Spesso però questo passaggio costituisce anche un periodo di forte stress, legato al pensiero di dover traslocare, che si acuisce se l’appartamento che lasciamo o quello in cui ci trasferiamo è situato ai piani alti.

Al momento del trasloco, le difficoltà di abitare agli ultimi piani di un palazzo possono diventare tali da indurre alla tentazione di rinunciare all’impresa. In realtà, se ci affidiamo a una ditta specializzata e stiamo attenti ad alcuni aspetti, ogni cosa si semplifica.

La selezione dei mobili

Prima di organizzare un trasloco, dobbiamo valutare quali sono i mobili portare nel nuovo appartamento e quali invece da regalare ad amici o parenti oppure portare in discarica. Un’idea può essere fare un elenco in cui suddividiamo i nostri mobili in base a dimensioni e fragilità, inserendo dimensioni, peso e materiali. Si daranno così delle direttive alla ditta che dovrà affrontare il trasloco e si potrà ricevere un preventivo più dettagliato.

Controllare i punti d’accesso

Organizzare un trasloco vuol dire anche capire quali potrebbero essere i punti d’accesso in cui far passare i mobili. Quelli più leggeri possono essere trasportati attraverso le scale o l’ascensore, se presente nel palazzo. Altri, invece, potrebbero dover essere smontati o aver bisogno di accessi più grandi, come nel caso dei divani. È in questo caso che solitamente si ricorre a macchinari appositi come la piattaforma per traslochi, pensata proprio per raggiungere altezze che superano i 31 metri, in palazzi superiori ai 10 piani. Si può altrimenti ricorrere ad autogrù, o carrelli elevatori.

Viabilità, suolo pubblico e altezza dell’appartamento

Un altro aspetto da prendere in considerazione prima di effettuare un trasloco è anche la viabilità. La ditta a cui verrà affidato il lavoro dovrà sapere se è possibile parcheggiare sotto l’appartamento, quali sono le dimensioni della strada e se lì sarà possibile parcheggiare mezzi pesanti come autogrù o camion. Risolti tutti questi requisiti, si dovrà anche calcolare la durata stessa del trasloco. Ad esso è infatti legata anche l’occupazione del suolo, un fattore che potrebbe influire sul prezzo finale della spesa.

Infine, un ultimo elemento da prendere in considerazione è l’altezza dell’appartamento: più sarà alto, più le operazioni dovranno essere eseguite per gradi e con lentezza, facendo attenzione a non danneggiare le scale o l’ascensore del condominio.

Prodotti online

Imballaggi per traslochi

Scatoloni per traslochi

Scatoloni per abbigliamento

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasloco ai piani alti, ecco la guida completa

GenovaToday è in caricamento