rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Giardino

Porcellini di terra: cosa sono e perché in realtà fanno bene a piante e orti

Si riconosce perché quando riposa o quando è disturbato, si appallottola formando una sfera che non offre appigli all'aggressore

È un animale conosciuto con diversi nomi, e spesso ogni regione o zona ha il suo: porcellino di terra, mallellone selvatico, porcellino di Sant'Antonio, onisco, e così via. All'anagrafe si chiama "Amadillidium vulgare", ed è un crostaceo dell'ordine degli Isopoda che soprattutto in primavera vediamo spesso nelle case e nei giardini, soprattutto nei periodi umidi che ama.

Si riconosce spesso perché quando riposa o quando è disturbato, si appallottola formando una sfera che non offre appigli all'aggressore. Esce specialmente di notte perché mal sopporta il sole e il clima secco, e infatti di giorno tende a nascondersi in angoli bui e umidi. Questo animale - che quando cresce troppo per il proprio esoscheletro effettua mute in cui il vecchio tegumento viene abbandonato - può raggiungere una lunghezza massima si 18 millimetri e durante l'inverno entra in uno stato di dormienza.

È assolutamente innocuo e anzi, specialmente negli Usa è tenuto come "animale domestico", in appositi terrari. E la buona notizia per chi ha orti o piante è che il porcellino di terra non fa male alla vegetazione, anzi, protegge le piante dalle cocciniglie e demoliscono la materia organica rendendo il terreno più fertile. E dunque è un prezioso alleato: se si trova in giardino, non è da mandare via.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porcellini di terra: cosa sono e perché in realtà fanno bene a piante e orti

GenovaToday è in caricamento