rotate-mobile
Giardino

Gattaiola, come scegliere il modello giusto 

È l’accessorio ideale per consentire ai quattro zampe di muoversi liberamente dall’interno all’esterno della casa

Il gatto è un animale indipendente, che ha bisogno di potersi muovere liberamente e gironzolare sia fuori che dentro casa. Siamo abituati a vederlo schiacciare un pisolino e chiederci di giocare con lui, ma non bisogna mai dimenticare che la sua voglia di avventura è spesso difficile da placare. Fare sentire il nostro gatto libero di entrare e uscire dal nostro appartamento è quindi il modo migliore per assecondare la sua natura. C’è un modo molto semplice per accontentarlo ed è la gattaiola. Si tratta di un accessorio che non può proprio mancare se abbiamo un terrazzo o un giardino e che permetterà al nostro gatto di correre e divertirsi come più gli piace.

Posizionata sulle porte o le finestre, la gattaiola ha un telaio con sportellino basculante attraverso il quale il peloso può entrare e uscire tutte le volte che vuole, senza il bisogno che qualcuno gli apra gli infissi quando ha necessità di andare all’aperto.

Prima di montarla, dobbiamo scegliere il modello che rispecchia di più le nostre esigenze e quelle di Micio.

Tipologie

Ogni gatto ha le proprie abitudini ed è per questo motivo che esistono gattaiole pensate per qualsiasi felino. Tra le più diffuse possiamo scegliere:

  • Gattaiola a 2 vie: è il modello più semplice e dal costo più contenuto, interamente realizzato in plastica, ha solamente la doppia funzione “aperto” o “chiuso”
  • Gattaiola a 4 vie: in questo caso le funzioni sono doppie rispetto alla gattaiola a due vie, vale a dire “aperto”, “chiuso”, “aperto solo in entrata”, “aperto solo in uscita”. È l’ideale per consentire al gatto di rientrare comodamente in casa di notte
  • Gattaiola con timer: il timer serve a limitare le uscite e le entrate dei gatti sia all’interno che all’esterno, così da evitare che possano rimanere all’aperto in orari troppo pericolosi
  • Gattaiola con microchip: è una modello super tecnologico con scanner che riconosce il microchip del pet, permettendo dunque soltanto a lui di rientrare nell’abitazione

Come scegliere le giuste dimensioni della vostra gattaiola

Quando si sceglie una gattaiola, bisogna come prima cosa prendere in considerazione le dimensioni. In particolare bisogna prestare la massima attenzione alla profondità, che andrà valutata in base allo spessore dei muri in cui verrà installato l’accessorio. Per quel che riguarda le porte in vetro, invece, il modello ideale è quello sottile, che non rende troppo complicata l’installazione. Al contrario, in caso di ingresso in legno, la gattaiola dovrà essere molto più spessa. Anche la forma ha una sua importanza, è più funzionale puntare sulle gattaiole ovali e senza spigoli che non intralciano il movimento del gatto.

L’installazione della gattaiola

Installare una gattaiola è più semplice di quello che si potrebbe credere. Si può scegliere di montare l’accessorio direttamente sull’infisso, avendo cura di utilizzare il trapano per i relativi appoggi alle distanze giuste. Oppure, in caso di porte in vetro, è preferibile affidarsi all’esperienza di un vetraio, che saprà sicuramente come installare la gattaiola nel modo più adatto.

Se invece l’installazione riguarda una zanzariera, allora il lavoro sarà ancora più facile perché basterà munirsi di qualche attrezzo per il bricolage per inserire l’accessorio. La posizione sarà ugualmente fondamentale, visto che il quattro zampe deve essere capace di entrare e uscire senza dover compiere grandi sforzi, ad esempio abbassandosi eccessivamente.

Prodotti online

Gattaiola da vetro

Gattaiola a 4 vie

Gattaiola a 2 vie

    Gattaiola con microchip

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gattaiola, come scegliere il modello giusto 

GenovaToday è in caricamento