rotate-mobile
Luca Pastorino

Opinioni

Luca Pastorino

Giornalista Genova Today GenovaToday

Bentornato Francesco, eroe 'giovane e bello' di una generazione

L'ex numero 10 della Sampdoria Flachi ha terminato la squalifica di 12 anni e tornerà in campo all'età di 46 con la maglia del Signa 1914 nel campionato toscano di Eccellenza

"Gli eroi sono tutti giovani e belli" cantava Francesco Guccini nella celebre 'Locomotiva'. E Francesco Flachi, eroe un po' guascone, rappresenta davvero la 'fiaccola dell'anarchia' per una generazione di tifosi blucerchiati (quelli nati a metà anni '80) che per ragioni anagrafiche ricorda solo come flash i successi in Italia e in Europa arrivati grazie ai gol di Vialli e Mancini, ma ha vissuto gli anni più belli, quelli dell'adolescenza e del rito di passaggio verso l'età adulta, ad annaspare nel limbo della Serie B e a lottare sui campi di periferia, aggrappandosi ai lampi di genio di un folletto con il numero 10 sulle spalle. 

Flachi come metafora di vita, ancora di salvataggio in un periodo in cui si cominciava inevitabilmente, vista l'età, a viaggiare in mare aperto. Per i tifosi blucerchiati che hanno vissuto l'adolescenza in quegli anni 'Ciccio' è stato tutto questo, una luce in fondo a un tunnel, calcistico e di crescita, in un'età di contrasti, leggerezza e prime delusioni. La domenica allo stadio si soffriva, è vero, ma il ricordo di quegli anni rimane dolce perché Francesco c'era sempre, tra una rovesciata, una magia, un rigore o un fallo conquistato dalla bandierina con la palla attaccata ai piedi, a far scorrere secondi preziosi.    

Eroe un po' dannato, ha pagato a carissimo prezzo gli errori di gioventù che gli sono costati una squalifica di 12 anni (forse anche troppi, se paragonati a tante vicende calcistiche nostrane), ma a differenza del macchinista senza nome che si poteva solo 'pensare dietro al motore' dopo il pazzo schianto contro il mostro d'acciaio, Francesco Flachi può finalmente risalire su quel treno e riprendere la marcia come 'mito di progresso', 'lanciato a bomba contro l'ingiustizia'.  

La squalifica è infatti terminata il 12 gennaio 2022 e l'ex Sampdoria può finalmente tornare in campo. Come anticipato nei mesi scorsi Francesco Flachi, all'età di 46 anni, tornerà a dipingere magie sul rettangolo verde con la maglia del Signa 1914, formazione che milita nel campionato di Eccellenza della Toscana. L'esordio sarebbe potuto arrivare già domenica 16 gennaio contro la Massese, ma l'emergenza covid ha portato a un rinvio del campionato al (si spera) 30 gennaio. 

"Ma intanto corre, corre, corre la locomotiva e sibila il vapore e sembra quasi cosa viva e sembra dire ai contadini curvi il fischio che si spande in aria: 'Fratello, non temere, che corro al mio dovere! Trionfi la giustizia proletaria!'". Bentornato Francesco, eroe 'giovane e bello' di una generazione.

Chi è Francesco Flachi 

Con 110 goal segnati tra il 1999 e il 2007 Flachi è il terzo marcatore della storia blucerchiata (e uno dei giocatori più amati dalla tifoseria), meglio di lui solo Mancini (171) e Vialli (141). Le sue disavventure inziarono nel 2007 con una positività alla cocaina che porta a una squalifica di due anni. Tornato a giocare, prima nell'Empoli e poi nel Brescia, viene nuovamente trovato positivo nel 2009 e viene squalificato per 12 anni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Bentornato Francesco, eroe 'giovane e bello' di una generazione

GenovaToday è in caricamento