Sabato, 16 Ottobre 2021
Blog Porto Antico / Via Magazzini del Cotone

La città dei bambini si trasferisce sotto l'acquario, apertura nel 2022

Lo spazio della nuova Città dei bambini si svilupperà su circa duemila metri quadri, pensati per intrattenere e stimolare bambini di età differente

È stato presentato oggi, martedì 3 agosto 2021, nella sala Nautilus dell'acquario di Genova l'accordo siglato tra Porto Antico di Genova e Costa Edutainment per la gestione de La città dei bambini e dei ragazzi fino al 2036. Nel 25esimo anno dalla sua fondazione La città dei bambini e dei ragazzi cambierà sede, venendo collocata negli spazi sotto l'acquario di Genova, nell'area che attualmente ospita la galleria Atlantide.

Il trasferimento de La città dei bambini e dei ragazzi sotto l'acquario punta a realizzare tre obiettivi: la valorizzazione di una eccellenza della città, la sinergia anche logistica con una delle più importanti attrazioni del nostro Paese rivolte ai giovanissimi e, sotto il profilo della vivibilità della città, la riqualificazione dell'area di ponente del Porto Antico. Il progetto è stato commentato positivamente, nelle settimane scorse, anche dall'architetto Renzo Piano, da sempre convinto della necessità di connotare l'area dell'acquario con altre attività in grado di attrarre continuativamente la frequentazione di genovesi e turisti.

Il progetto, che Costa Edutainment e Porto Antico hanno affidato a Filmmaster Events, vedrà una struttura al passo con i tempi, con un'attenzione alla sostenibilità ambientale. I lavori, che prevedono un investimento di 3 milioni di euro equamente divisi tra le società, inizieranno dopo l'estate. L'apertura de La Città dei bambini e dei ragazzi è stimata per la tarda primavera 2022.

Il concept che guida il progetto è rappresentato dai 5 sensi: il bambino può scoprire il mondo partendo da se stesso. In linea con la filosofia che ha da sempre contraddistinto La città dei bambini e dei ragazzi, il progetto non proporrà ai giovani visitatori un museo, ma un viaggio per conoscere se stessi e il mondo attraverso la propria esperienza corporea e mentale.

Lo spazio della nuova Città dei bambini si svilupperà su circa duemila metri quadri, pensati per intrattenere e stimolare bambini di età differente - dai 2 ai 12 anni -, proponendo attività specifiche dedicate e un'area 2-5 anni in cui i più piccoli avranno a disposizione un luogo protetto che favorisce la libertà di movimento.

Non sarà solo un'esperienza da vivere fisicamente all'interno de La città dei bambini e dei ragazzi, ma, adeguandosi all'evoluzione digitale in atto, potrà proseguire in uno spazio di fruizione virtuale. E viceversa. In linea con la mission di Costa Edutainment, La città dei bambini e dei ragazzi costituirà un'occasione unica per piccoli e grandi di condividere il piacere della scoperta e la conquista di nuove conoscenze.

La città dei bambini e dei ragazzi - nata nel 1997 grazie alla collaborazione con la Cité des Enfants del parco tecnologico La Villette - Cité des Sciences et de l'Industrie di Parigi e primo caso in Italia di Children's Museum, al quale gli altri più recenti esempi italiani si sono ispirati - è tra i fondatori della Rete Nazionale Musei dei Bambini, che vede Genova a fianco di Verona, Roma e Milano. La Rete era stata presentata in anteprima lo scorso settembre a Roma, dove le quattro strutture d'eccellenza italiane sono state ricevute dalla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati per illustrare i contenuti della Guida Galattica al coronavirus, uno strumento agile e comprensibile, a portata di bambino, che spiega la natura del covid e i comportamenti necessari per combatterlo. Realizzata, grazie a un progetto di Pleiadi - Science Farmer, la Guida ha ottenuto un grande successo internazionale ed è stata tradotta in 31 lingue grazie alla collaborazione con Hands On e l'Università Ca' Foscari di Venezia e distribuita in molte parti del mondo.

Costa Edutainment ha curato la gestione de La città dei bambini e dei ragazzi dal 2003 al 2014. Grazie alla capacità del gruppo di creare un sistema integrato tra le diverse realtà gestite, La città dei bambini e dei ragazzi aveva raggiunto ottimi risultati di affluenza - circa 150mila visitatori annui - affermandosi come la struttura nel suo genere più visitata in Italia. Sempre nel corso della gestione Costa Edutainment era stata condotta un'importante operazione di restyling, concertata con Porto Antico di Genova, per rinnovarla e migliorarne la fruizione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città dei bambini si trasferisce sotto l'acquario, apertura nel 2022

GenovaToday è in caricamento