Coronavirus, l'Oms dichiara la pandemia: cosa vuol dire

L'organizzazione mondiale della sanità dichiara che siamo di fronte ad una pandemia, l'ultima è datata 2010, si trattava dell'influenza "suina"

«Siamo di fronte ad una pandemia». Lo ha dichiarato il capo dell'Oms, l'Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus nel briefing da Ginevra sull'epidemia di coronavirus. «Siamo profondamente preoccupati sia dai livelli allarmanti di diffusione e gravità, sia dai livelli allarmanti di inazione».

Lodi sono arrivati all'Italia per le misure prese per contenere l'emergenza. Come ricorda l'Oms ora le parole chiave sono: "Prevenzione; Preparazione; Salute pubblica; Leadership politica".

Le raccomandazioni ai paesi di tutto il Mondo sono quelle di "Attivare e ampliare i meccanismi di risposta alle emergenze; comunicare con le persone sui rischi e su come proteggersi; trovare e isolare ogni caso di infezione da COVID-19 tracciandone ogni contatto".

Ricordiamo che viene definita pandemia: (dal greco pan-demos, "tutto il popolo") una malattia epidemica che si espande rapidamente diffondendosi in più aree geografiche del mondo, e che coinvolge numerose persone. Tale situazione presuppone la mancanza di immunizzazione dell'uomo verso un patogeno altamente virulento. Secondo la definizione dell'Oms, una pandemia è "un nuovo virus che si diffonde in tutto il mondo e contro il quale la maggioranza degli uomini non ha difese immunitarie". Nelle ultime due settimane il numero di casi di Covid-19 al di fuori della Cina è aumentato di 13 volte e il numero di Paesi coinvolti è triplicato. Al momento l'epidemia è diffusa in ogni continente a eccezione dell’Antartide. E ora l'Oms avrà la facoltà di emanare direttive e inviare équipe nelle nazioni più colpite - come ha peraltro già fatto in Cina, Italia e Iran - nel rispetto della sovranità.

L'ultima pandemia, in termini temporali, è stata l'influenza A H1N1, (che si è propagata tra il 2009 e il 2010), denominata originariamente "influenza suina" perché trasmessa da questo animale all'uomo. Il suo focolaio iniziale ha avuto origine in Messico, estendendosi poi in soli 2 mesi a quasi 80 paesi. In Europa e paesi limitrofi, al 31-08-2009 i casi accertati erano 46.016 e le morti accertate 104. Nel resto del mondo i casi di morte accertati furono 2.910 (nel caso del Covid-19 siamo già a 4291). Nel mese di agosto 2010 l'OMS ha dichiarato chiusa la fase pandemica. Attualmente il virus H1N1 si comporta similmente ad altri virus stagionali (cosiddetta fase post-pandemica).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Classifica miliardari Forbes, tra i più ricchi d'Italia (e del mondo) c'è anche Preziosi

  • A spasso senza mascherina: «Agenti potete chiudere un occhio? Sono agli arresti domiciliari»

  • Laura, commerciante ai tempi del covid: «Così mi sono reinventata per sopravvivere»

  • Vaccino covid, il calendario per fasce di età: come prenotarsi e quando

  • Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

  • A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Torna su
GenovaToday è in caricamento