rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Salute

Aviaria, l'allarme di Bassetti: "Approvare piano pandemico e attrezzare ospedali"

Il medico genovese avverte: "È il momento di alzare il livello di attenzione"

Una nuova minaccia all'orizzonte con possibili caratteristiche di una pandemia: a preoccupare Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive del San Martino di Genova, è l'influenza aviaria. La malattia, con i rischi che potrebbe rappresentare anche per la salute umana, "negli ultimi mesi, sono ormai all'ordine del giorno della cronaca infettivologica. Io credo che sia arrivato il momento di alzare ulteriormente il livello di attenzione". 

Le mosse suggerite dal medico genovese sono sostanzialmente due: gli ospedali dovrebbero avere a disposizione test specifici per diagnosticare eventuali infezioni da virus H5N1 e andrebbe approvato il nuovo piano pandemico in Italia.

Cos'è l'influenza aviaria e come si trasmette

"Le notizie che stanno uscendo con una certa costanza - ragiona l'esperto parlando con Adnkronos Salute e commentando la notizia del primo caso di aviaria nell'uomo registrato in Australia - dovrebbero non dico allarmare, ma quantomeno invitare ad alzare l'attenzione su quello che è un fenomeno ormai globale. Siamo di fronte a un'infezione, quella da virus aviario negli esseri umani, che ha avuto origine nel Sudest asiatico, ha raggiunto il continente nordamericano e adesso l'Australia, passando per l'India. In pratica, non ci sono aree del mondo che non siano interessate da questo patogeno".

Bassetti ritiene opportuno "che gli ospedali di tutto il mondo si attrezzino per avere sistemi di diagnosi del virus H5N1. Siccome è un microrganismo che come stiamo vedendo può colpire l'uomo, quando si è di fronte a un'infezione respiratoria di cui non si capisce quale possa essere l'aziende eziologico, credo andrebbe presa in considerazione l'ipotesi di avere a disposizione tra i test anche quello per l'H5N1. Almeno negli ospedali di riferimento". Di aviaria "mi pare che sia giusto parlarne sempre di più, ma anche attrezzarci. Mi risulta che il nuovo piano pandemico italiano sia stato preparato ma non ancora approvato definitivamente, non è stato ancora mandato alle Regioni. Spero e mi auguro che tutte queste notizie stimolino chi di dovere a lavorare anche su questo punto".

Continua a leggere le notizie di GenovaToday e segui la nostra pagina Facebook

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aviaria, l'allarme di Bassetti: "Approvare piano pandemico e attrezzare ospedali"

GenovaToday è in caricamento