Lunedì, 27 Settembre 2021
Attualità Zoagli

Zoagli, niente cani sulla passeggiata a mare e scoppia la polemica. L'Enpa diffida il sindaco

L'ordinanza del sindaco De Ponti divide, l'Ente Nazionale per la Protezione Animale chiedi l'annullamento o la modifica del provvedimento

Niente cani sulla rinnova passeggiata a mare di Zoagli. Lo ha stabilito il sindaco Fabio De Ponti, con un’ordinanza che vieta il passaggio dei quattro zampe sul tratto sino al 30 settembre.

La decisione ha inevitabilmente provocato reazioni contrastanti: da un lato chi approva la decisione, tenendo conto del fatto che la passeggiata in estate si trasforma in una sorta di spiaggia in cui i bagnanti stendono gli asciugamani per prendere il sole, dall’altro chi protesta per l’interdizione di un tratto che dovrebbe essere di libero accesso per tutti.

Il sindaco di Zoagli ha chiarito che l’ordinanza è stata siglata dopo due mesi di segnalazioni riguardanti la presenza di deiezioni canine, aggiungendo che “il divieto di transito ai cani è limitato al periodo estivo quando le nostre passeggiate sono utilizzate dai bagnanti per prendere il sole”.

Contro il provvedimento si è scagliata l’Enpa, che inviato una diffida al sindaco attivando il proprio ufficio legale e sottolineando "come venga a mancare l'applicazione del principio di proporzionalità.

"Chiediamo di procedere all'annullamento o alla revoca o sospensione o modifica dell'ordinanza n.48 del 25/06/2021 che non prevede spiagge o porzioni di passeggiate a mare destinate alla fruizione delle persone accompagnate dai loro cani", chiariscono dall'Enpa, ricordando che "interdire l'accesso a tutte le spiagge è ormai considerata da parte del Tar una pluri-violazione di norme e principi. Come precisato più volte dalla giurisprudenza, infatti, in vicende del tutto similari l'amministrazione avrebbe dovuto valutare la possibilità di 'perseguire le finalità pubbliche del decoro dell'igiene e della sicurezza” attraverso regole alternative al divieto assoluto di frequentazione delle spiagge, valutando, ad esempio, se limitare l'accesso in determinati orari e individuare aree adibite anche all'accesso degli animali'".

“Confidiamo che il Sindaco di Zoagli annulli, modifichi o comunque ponga rimedio ad un'ordinanza che che crea grande disagio a tantissimi proprietari di animali residenti o in vacanza nella zona e che viola il principio di proporzionalità. Chiediamo dunque l'eliminazione o la modifica del paragrafo in cui è scritto: “ai conduttori di cani di accedere nelle spiagge e alle passeggiate”. 

Il Comune di Zoagli aveva già emanato un’ordinanza finalizzata ad assicurare il decoro durante il periodo estivo, questa volta riservata agli umani, istituendo il divieto di circolare in costume da bagno o a torso nudo al di fuori di spiagge, piscine e passeggiate a mare.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zoagli, niente cani sulla passeggiata a mare e scoppia la polemica. L'Enpa diffida il sindaco

GenovaToday è in caricamento