menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Villa Durazzo Pallavicini in lizza per i Luoghi del Cuore del Fai: «Aiutateci a rialzarci»

L'appello arriva da Silvana Ghigino, direttrice del parco, e da tutti coloro che ci lavorano, lo amano e hanno assistito impotenti alla devastazione provocata dal maltempo

Piegato dalla tempesta di vento di fine ottobre, ma non spezzato. Anzi, deciso a risollevarsi più forte di prima, magari con un “aiutino” da parte dei concittadini: il Parco di Villa Durazzo Pallavicini di Pegli lancia un appello per diventare uno dei Luoghi del Cuore del Fondo Ambiente Italiano.

Già nominato parco più bello d’Italia nel 2017, il parco Pallavicini in questi giorni fa i conti con i danni provocati dall’ondata di maltempo che la scorsa settimana ha fatto strage di alberi - tra cui una sughera di 170 anni - e ha squassato la celebre scenografia realizzata tra il 1840 e il 1846 da Michele Canzio su richiesta del marchese Ignazio Pallavicini. 

La direttrice del parco, Silvana Ghigino, e tutti coloro che vi lavorano e che lo amano, non si sono però persi d’animo e hanno iniziato subito a lavorare per sistemare gli 8 ettari di bellezze naturali, approfittando anche per chiedere ai genovesi (e non solo) di partecipare al concorso annuale indetto dal Fai per il censimento dei nuovi luoghi del cuore italiani: «Firmate per un parco e per tutte le bellezze che sono dentro di lui - è l’appello di Ghigino - migliaia di piante, uccelli, carpe, acqua, edifici monumentali, fiori e tante persone che vi lavorano è un aiuto meraviglioso che potete dare all'iniziativa. Salviamo Villa Pallavicini!».

A oggi il parco ha ricevuto poco più di 1.800 voti, piazzandosi al 112esimo posto: il censimento, iniziato a maggio, prosegue sino al 30 novembre, e la classifica definitiva verrà pubblicata a febbraio 2019. Ancora poco meno di un mese, dunque, per far risalire la classifica a Villa Durazzo Pallavicini (a questo indirizzo è possibile votare) , che non rinuncia alle attività nonostante i danni e la decisione di anticipare la chiusura della stagione: primo appuntamento per mostrare solidarietà, il 25 novembre per la visita esoterica diurna. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento