Attualità Rivarolo / Via alla Costa di Teglia

Valpolcevera, strada sprofondata da quasi due anni, i residenti: «Non passano nemmeno le ambulanze»

Il Movimento 5 Stelle ha presentato un'interpellanza in Municipio in merito alla situazione di via Alla Costa di Teglia, chiusa al transito dal 22 dicembre 2019 dopo che una piccola frana ha reso pericolosa la strada, parzialmente sprofondata.  

Il Movimento 5 Stelle ha presentato un'interpellanza al Municipio Valpolcevera in merito alla situazione di via Alla Costa di Teglia, chiusa al transito dal 22 dicembre 2019 dopo che una piccola frana ha reso pericolosa la strada, parzialmente sprofondata.  

Nell'interpellanza, firmata dai consiglieri municipali Mirko Carissimo, Marco Briganti, Anna Giordano, Elisa Lanari e Ignazio Margareci, si spiega che: «La via è l'unica strada percorribile con l'ausilio di autoveicoli e funge da comunicazione tra la via principale, via Cambiaso, e alcune abitazioni. Dal 22 dicembre 2019, dopo una frana, gli abitanti delle case non riescono più a transitare e coloro che lo fanno rischiano per la loro incolumità».

Il documento, attraverso il quale i consiglieri pentastellati chiedono notizie alla Giunta sulle tempistiche di risoluzione del problema, sottolinea anche che: «A causa della frana i mezzi di soccorso (automediche, ambulanze e vigili del fuoco) non possono in caso di urgenze accedere e prestare soccorso in maniera "comoda". Inoltre a questa situazione si aggiunge la mancanza di illuminazione a causa di un lampione bruciato da tempo che rende ancora più pericoloso il transito nella via».

«Un disagio che si protrae da anni - ha sottolineato Mirko Carissimo a Genova Today  - , esattamente dal dicembre del 2019, da allora gli abitanti di quella zona si sono visti impossibilitati a transitare in un tratto di via comunale che, necessariamente devono percorrere per andare e tornare nelle loro abitazioni, causa una frana che di fatto ha limitato lo spazio di manovra per le auto, questo oltre a creare un danno e un disagio, crea anche un pericolo nel momento in cui dovesse, per urgenza, intervenire un mezzo di soccorso. Ho già effettuato un paio di sopralluoghi e parlato con i residenti, che sono esasperati da questa situazione e dai continui rinvii e rimpalli di competenza. Secondo il codice della strada il responsabile della sicurezza della strada è l'ente comunale, trovo assurdo che in caso di emergenza i militi debbano lasciare il mezzo sulla strada principale e fare tutta la strada con la barella non potendo arrivare davanti alle case con l'ambulanza o l'automedica».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valpolcevera, strada sprofondata da quasi due anni, i residenti: «Non passano nemmeno le ambulanze»

GenovaToday è in caricamento