rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Attualità

Vaiolo delle scimmie, prime vaccinazioni al San Martino

"Questa infezione non va sottovalutata per questo raccomandiamo a tutte le persone individuate come a rischio di sottoporsi alla vaccinazione", afferma il presidente della Regione e assessore alla Sanità

Mercoledì 31 agosto sono iniziate, presso l'ambulatorio di Igiene, al piano terra del Padiglione 3 dell'ospedale policlinico San Martino, le prime somministrazioni del vaccino anti-vaiolo delle scimmie (anti-Monkeypox). Ad essere sottoposti a vaccinazione, in questa prima fase, saranno pazienti individuati dagli infettivologi, che presentino fattori di rischio, nel rispetto delle linee guida ministeriali.

Le dosi, preparate in ambiente asettico, verranno somministrate, nella quantità di 0,1 ml, per via intradermica. Per gli stessi è già prevista la somministrazione della seconda dose a 28 giorni di distanza.

"Questa infezione non va sottovalutata - afferma il presidente della Regione e assessore alla Sanità - per questo raccomandiamo a tutte le persone individuate come a rischio di sottoporsi alla vaccinazione. Il nostro Dipartimento interaziendale regionale di Malattie Infettive, coordinato dal professor Matteo Bassetti che dirige la Clinica di Malattie Infettive del Policlinico, è stato tra i primi in Italia a muoversi, elaborando il protocollo regionale in modo da procedere con la somministrazione delle prime 1.700 dosi".

"Il San Martino è a disposizione della popolazione per garantire le condizioni di sicurezza attraverso attività di prevenzione che garantiscano condizioni di salute pubblica adeguate", aggiunge Giovanni Orengo, direttore sanitario del San Martino.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaiolo delle scimmie, prime vaccinazioni al San Martino

GenovaToday è in caricamento