rotate-mobile
Attualità Cornigliano / Via Lodovico Antonio Muratori

Tragedia sfiorata all'ex Ilva, l'azienda diffonde il video: "Indagini interne in corso"

"Dalle registrazioni - sottolinea Acciaierie d'Italia - si rileva l’assenza di persone e di pericolo nell’area interessata dallo spostamento del carro trasferitore, sin da diversi minuti prima dello spostamento stesso"

Risale a ieri, giovedì 26 ottobre, la denuncia di rappresentante dei lavoratori per la sicurezza e rsu di Acciaierie d'Italia (ex Ilva) che hanno raccontato di una tragedia sfiorata all'interno dello stabilimento di Cornigliano.

Oggi arriva la risposta dell'azienda che conferma di aver avviato indagini interne, che sono tuttora in corso, e divulga un video: "Nell’avvenuto reperimento della documentazione utile a ricostruire l’accaduto, l’azienda rende disponibile il video di una delle telecamere collocate nel Reparto in cui l’evento si è verificato. Dalle registrazioni si rileva l’assenza di persone e di pericolo nell’area interessata dallo spostamento del carro trasferitore, sin da diversi minuti prima dello spostamento stesso".

Giovedì la denuncia dei lavoratori parlava di un grosso rotolo di acciaio che aveva mancato per poco un dipendente: "Per quanto ci risulta - denunciano rls e rsu - mentre un manutentore si stava apprestando a intervenire su un carretto per una saldatura, e malgrado la zona interdetta avesse uno dei cancelletti aperti, quindi si trovasse teoricamente in sicurezza, la sella mobile del carretto adiacente che portava un coil da diverse tonnellate ha cominciato in automatico la manovra di transazione del rotolo stesso alla sella su cui stava intervenendo il manutentore".

Fortunatamente i colleghi sono riusciti ad accorgersi della situazione, ad avvisare il collega che dava le spalle al coil e a interrompere la manovra. Ma questione di attimi e la vicenda si sarebbe conclusa in modo ben diverso: "Non possiamo e non vogliamo immaginare le conseguenze dell'incidente se i colleghi non fossero stati altrettanto tempestivi, ma è chiaro che la gravità dell'evento merita un'immediata verifica delle cause. La frequenza e la varietà dei mancati infortuni è inquietante e intollerabile. Ad ogni verificarsi del quale aumenta sempre di più il rischio che il prossimo possa coinvolgere dei lavoratori. Chiediamo immediate risposte e una necessaria programmazione di interventi preventivi. La condizione è la relativa sicurezza degli impianti è ormai  palesemente ai minimi termini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia sfiorata all'ex Ilva, l'azienda diffonde il video: "Indagini interne in corso"

GenovaToday è in caricamento