rotate-mobile
Attualità

Tiqu, rinasce l’ex teatro Altrove, tra spettacoli e gastronomia

Il Teatro Internazionale di quartiere torna con una ricca stagione e il suo nuovo wine bar ristorante. "Vogliamo che sia uno spazio abitato da tutti, aperto a tutto il quartiere e non solo" spiega il direttore Boris Vecchio

Si chiama Tiqu (Teatro Internazionale di Quartiere) e il suo progetto è quello di diventare cuore della vita culturale e sociale del centro storico. Si trova in piazzetta Cambiaso 1, all’interno del cincquecentesco Palazzo Fattinanti-Cambiaso, dove prima era ospitato il teatro Altrove. Riaperto già nel dicembre 2021 come Associazione Sarabanda, oggi il Tiqu ritorna con una nuova stagione e l’apertura di un wine bar e ristorante, gestito da Il Fabbro Società Cooperativa Sociale. L’inaugurazione del nuovo locale è in programma mercoledì 23 novembre 2022 alle 18 con aperitivo e dj set in vinile a cura del dj genovese Capasoul.

“È un luogo bellissimo della città ma non ancora molto conosciuto - afferma il vicesindaco Pietro Piciocchi - è una scommessa per far riscoprire un importante luogo culturale. Si completa un percorso voluto dall’amministrazione, per restituire ai cittadini uno spazio che sicuramente contribuirà a migliorare la qualità e l’offerta culturale del centro città. La sinergia tra l’Associazione Sarabanda e Il Fabbro potrà dare vita a un progetto di respiro anche internazionale, pensato sul territorio e per il territorio attraverso l’interazione tra spettacolo dal vivo e ristorazione, che certamente saprà valorizzare risorse umane, esperienze artistiche, dignità e senso di appartenenza”. 

Il direttore Boris Vecchio spiega che lo spazio teatrale era già stato riaperto nel dicembre 2021 come Associazione Sarabanda Impresa Sociale e che, da quel momento a oggi, è riuscito a registrare oltre quattro mila presenze. Sottolinea che il Tiqu non vuole essere soltanto un teatro ma anche un luogo di incontro e scambio, con la presenza di residenze artistiche per le compagnie ospitate, ma anche laboratori di circo, cinema, teatro, incontri per il quartiere. Clicca qui per scoprire il programma.

Fin da subito il Tiqu si è offerto al territorio come luogo propositivo, con la volontà di darsi al suo quartiere di elezione e alla sua città e, per osmosi, da questi ricevere, facendo parte di quel cuore pulsante cittadino. È con il sostegno del Comune di Genova che si è realizzata quindi la prima programmazione del Tiqu Teatro Internazionale di Quartiere, fatta di appuntamenti di grande valore artistico locale, nazionale ed internazionale, con l’obiettivo di rinascere sotto forma di centro polivalente in cui si incontrano cultura, socialità, formazione, creatività. Secondo questa filosofia la nuova stagione sarà fatta di attività plurime per bambini, ragazzi e adulti, e in parte è già partita con un fitto calendario di attività formative di Circo (con la scuola di circo Sircus Centro delle Arti del Circo) e Teatro (in collaborazione con Narramondo e Teatro del Piccione).

Non mancheranno gli appuntamenti locali e in collaborazione con realtà genovesi provenienti dalle più disparate aree (dal sociale al culturale in primis) per proseguire con appuntamenti internazionali grazie anche all’interazione con Circumnavigando Festival Internazionale di Circo Teatro (quest’anno alla sua XXII edizione – a Genova dall’1 al 30 Dicembre 2022) e non solo. A completare l’offerta anche spettacoli matinée per le scuole, pomeridiane per famiglie, serali tout public, ma anche appuntamenti musicali e le rassegne cinematografiche (attualmente l’unica sala a Genova dove vengono proposte proiezioni in pellicola 35mm, in collaborazione con Associazione Laboratorio Probabile Bellamy sin dai primi momenti). Presenti, infine, gli appuntamenti di approfondimento, con incontri, tavole rotonde e presentazioni di progetti e attività, oltre alle residenze creative (momenti di ospitalità rivolti alle giovani compagnie in fase di creazione alle quali viene offerto il teatro per prove e studi).

A tutte queste iniziative si aggiunge la novità del wine bar, gestito da Diego Dettori, proprietario del ristorante Il Fabbro, che ha come obiettivo quello di diventare punto di riferimento per il “dopoteatro” genovese. Dal lunedì al sabato, a partire dalle 19, offrirà bevande e cibo di qualità a tutti coloro che desiderano passare un po’ di tempo in un ambiente piacevole e suggestivo per un semplice aperitivo, un aperitivo rinforzato, una cena leggera o più impegnativa, scegliendo in grande libertà, se utilizzare la sala al primo piano o, quando il tempo lo consente, i tavolini collocati nella Piazzetta Cambiaso.

"Vogliamo che il Tiqu sia uno spazio abitato da tutti - spiega il direttore Boris Vecchio - uno spazio culturale polivalente aperto a tutto il quartiere e non solo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tiqu, rinasce l’ex teatro Altrove, tra spettacoli e gastronomia

GenovaToday è in caricamento