Attualità

Taxi via mare, Tursi al lavoro sul regolamento

Approvato ordine del giorno che consentirà la circolazione di imbarcazioni stile taxi acqueo di Venezia per trasporto da un capo all’altro della città

Se non si riesce via terra - e in queste settimane sembra davvero un’impresa impossibile - proviamo via mare: a questo deve avere pensato Lorella Fontana, consigliera in forze alla Lega, quando ha presentato in consiglio comunale un ordine del giorno per impegnare la giunta del sindaco Marco Bucci a modificare il regolamento per il servizio taxi per includere anche le barche.

“Anche in considerazione della condizione viabilistica di queste settimane sarebbe importante valutare un ampliamento del servizio pubblico non di linea, utilizzando natanti ad uso taxi, ovviamente attraverso l'uso di unità adibite al trasporto collettivo ed individuale di persone, effettuato a richiesta, su itinerari ed orari stabiliti di volta in volta, in modo non continuativo e periodico”, si legge nell’ordine del giorno approvato dalla giunta. Che di fatto si impegna a consentire, con le necessarie autorizzazioni e prescrizioni, anche alle imbarcazioni di fare servizio taxi per accompagnare i clienti da un capo all’altro della città via mare. Un po’ come accade a Venezia, e un po’ come accade con la Navebus di Amt che (quando in funzione) collega Pegli al Porto Antico.

«Questo nuovo servizio consentirebbe di ridurre l'inquinamento atmosferico e si integrerebbe all'attuale Navebus, attraverso l'uso di unità adibite al trasporto collettivo e individuale di persone, effettuato a richiesta, su itinerari e orari stabiliti di volta in volta, in modo non continuativo e periodico - ha spiegato Fontana, capogruppo della Lega a Tursi, che ha anche depositato una bozza del regolamento - Voglio ringraziare l'assessore Campora che ha accolto la richiesta e mi rendo disponibile a collaborare per trasformare la bozza che ho depositato nella stesura di un regolamento».

La giunta e gli uffici tecnici si impegneranno dunque ad analizzare la bozza, e ad approvare una modifica al regolamento che consenta di avviare un servizio taxi via mare, stabilendo modalità, tariffe e concessionari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taxi via mare, Tursi al lavoro sul regolamento

GenovaToday è in caricamento