menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità, dal primo settembre abolito il "super ticket"

Abolita la quota fissa di 10 euro per la ricetta di prestazioni specialistiche ambulatoriali prevista in aggiunta al tradizionale ticket sanitario

Stop al “super ticket” per la sanità ligure dal primo settembre.

Il provvedimento, portato in giunta dall’assessore regionale alla Sanità, Sonia Viale, è stato approvato lo scorso 5 agosto, e di fatto abolisce la quota fissa di 10 euro per la ricetta di prestazioni specialistiche ambulatoriali prevista in aggiunta al tradizionale ticket sanitario.

Dal primo settembre, il “super ticket” non sarà più a carico dei cittadini non esenti, ma andrà invece a valere sul Fondo Sanitario Indistinto Regionale 2020 assegnato alle singole Asl.

L’abolizione viene attivata al momento dell’erogazione della prestazione, e sarà dunque necessario avviare le procedure per eventuali richieste di rimborso da parte dei cittadini che avevano già pagato il ticket compreso di quota fissa. LiguriaDigitale, dal canto suo, provvederà ad adeguare il sistema per rendere operativa l’abolizione a parte dal primo settembre,
 
La Liguria era tra le Regioni che, per decisione del Governo, dal 2011 aveva introdotto il Super Ticket per alcune prestazioni ambulatoriali: «Nonostante tutti gli impegni in atto, dalla scuola alla covid19, questo è un provvedimento che doveva essere fatto», ha commentato l’assessore regionale alla Sanità, Sonia Viale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento