rotate-mobile
Attualità Sturla / Via del Tritone

Non c'è pace per i giardini di Sturla: chiusi a una settimana dalla riapertura

Riaperti la scorsa settimana dopo oltre due mesi di lavori sono stati nuovamente chiusi dopo le proteste di alcuni residenti per le condizioni di scarsa sicurezza e degrado

Non c'è pace per i giardini nella zona del depuratore di Sturla. Riaperti la scorsa settimana dopo oltre due mesi di lavori sono stati nuovamente chiusi dopo le proteste di alcuni residenti per le condizioni di scarsa sicurezza e degrado in cui si trovavano a pochi giorni dalla riapertura al pubblico.

Serena Finocchio, consigliere municipale del Levante della Lista Crivello che si era battuta per la questione degli spazi a disposizione dei bambini del quartiere (anche le poche alternative da Villa Gentile a via Chighizola presentano problematiche trovandosi in condizioni poco accettabili) ha commentato: «I giardini hanno richiuso, in realtà non dovevano neppure aprire, così mi è stato detto durante il Consiglio Municipale in seguito a un'interrogazione presentata che riguardava i lavori sul depuratore. Nello specifico Iren ha aperto perché qualcuno avrebbe detto di riaprire, ho chiesto delucidazioni ma non ho ricevuto risposte e così ieri pomeriggio (martedì 13 aprile, ndr) la zona è stata nuovamente transennata».

«Siamo tornati al punto iniziale - prosegue Finocchio - senza aree dove portare i bambini a giocare, quando mi sono recata a fotografare il sito ho incontrato una decina di mamme (a scaglioni) che avevano piacere di usufruire di quello spazio ed erano tutte allibite e stufe di questa situazione, sono rimasta ad ascoltare le loro lamentale perchè giustamente non sanno dove portare i bambini. Ho presentato anche altre interrogazioni e mozioni su Sturla in merito ai giardini pubblici di Villa Gentile e il ripascimento della spiaggia di Sturla».

Depuratore di Sturla, incuria e degrado nei giardini dopo la riapertura. Foto

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non c'è pace per i giardini di Sturla: chiusi a una settimana dalla riapertura

GenovaToday è in caricamento