rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Attualità

Viaggio a Dubai con soldi pubblici: Toti non risponde (ancora) in aula

Per il consigliere Sansa: “Presenteremo esposti alle autorità competenti”. Il presidente della Regione: “Delibere e atti pubblicati a disposizione dei cittadini”

Quanto è costata "la gita a Dubai"? Su questo argomento il consigliere di opposizione Ferruccio Sansa ha presentato due interrogazioni, sottoscritte da tutto il gruppo, durante il consiglio regionale di martedì 22 marzo.

Nella prima interrogazione Sansa ha chiesto il costo complessivo della campagna “Road to Dubai. Nautica, la grande bellezza della Liguria” e il compenso ricevuto dal Secolo XIX con il quale - ha ricordato - ha organizzato per la giornata di mercoledì 2 marzo 2022 nella Sala della Borsa di Genova un convegno dal titolo “Road to Dubai. Nautica, la grande bellezza della Liguria”.

Nella seconda interrogazione Sansa ha chiesto i costi dell’intera operazione, e le testate  giornalistiche invitate. Sansa ha rilevato che nella seduta del Consiglio Regionale dell’8 marzo 2022, era stata presentata un’interrogazione per conoscere “il costo complessivo della campagna “Road to Dubai. Nautica, la grande bellezza della Liguria” a cui il presidente della giunta regionale non avrebbe fornito un adeguato riscontro. 

Il presidente della giunta con delega alla comunicazione istituzionale Giovanni Toti ha ricordato di avere già risposto nella precedente seduta a due interrogazioni analoghe dello stesso consigliere e ha ribadito che la missione è stata organizzata attraverso delibere e atti pubblicati, e quindi a disposizione dei cittadini sui siti dell’amministrazione regionale.

Toti ha, quindi, rivendicato il significato politico della missione che ha avuto un ampio risalto e a cui hanno partecipato  anche i vertici di Confindustria Nautica. Facendo poi riferimento alla sua precedente attività di giornalista, il presidente ha ricordato di avere partecipato a numerosi viaggi finanziati da istituzioni pubbliche senza che questo abbia influito sulla sua autonomia professionale. Toti ha quindi invitato Sansa a  trovare tutti i documenti sul sito della Regione, per quanto riguarda le delibere di incarico, sia sui siti delle società partecipate, che hanno lo stesso obbligo di trasparenza. E ha rivendicato il significato della missione e la correttezza dei giornalisti che hanno partecipato alla  missione.

Non ci sta Sansa che promette di ritornare sull'argomento: "Continueremo a presentare interrogazioni perché lo statuto della Regione, oltre al senso di responsabilità, obbligano Toti a rispondere. 
E presenteremo esposti alle autorità competenti. Noi cittadini abbiamo diritto a una risposta. Non ci arrendiamo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggio a Dubai con soldi pubblici: Toti non risponde (ancora) in aula

GenovaToday è in caricamento