rotate-mobile
Attualità

Siccità, la Liguria verso il riconoscimento dello stato di emergenza

A inizio luglio la Regione aveva chiesto dieci milioni, ma dalle verifiche successive con il dipartimento nazionale di Protezione civile, la cifra è scesa a poco più di sette milioni

Nel pomeriggio di oggi - martedì 2 agosto - il Consiglio dei ministri dovrebbe riconoscere lo stato di emergenza siccità anche per la Liguria.

Ad annunciarlo l'assessore regionale all'Ambiente, Giacomo Giampedrone, rispondendo in consiglio a un'interrogazione di Enrico Ioculano (Pd) sulle misure per fronteggiare la siccità in tutta la Liguria e in particolare in provincia di Imperia. "Le interlocuzioni dei giorni scorsi ci lasciano ben sperare", afferma l'assessore.

La richiesta della Regione Liguria risale al 7 luglio: in prima istanza, aveva chiesto dieci milioni, ma dalle verifiche successive con il dipartimento nazionale di Protezione civile, la cifra è scesa a poco più di sette milioni. Starà al consiglio dei ministri decidere, oltre al riconoscimento dello stato di emergenze, quante risorse destinare alla Liguria. In particolare, all'Ato Ovest di Imperia potrebbero arrivare 2,3 milioni per la fase emergenziale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siccità, la Liguria verso il riconoscimento dello stato di emergenza

GenovaToday è in caricamento