Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Attualità

Sciopero bus, Ugl: «Troppi "leoni da tastiera", protestiamo perché abbiamo paura delle aggressioni»

Roberto Piccardo, segretario Rsa di Ugl Fna, ha commentato: «L'adesione è stata altissima, non si tratta solo del rinnovo contrattuale per la parte economica ma, almeno per la nostra organizzazione, soprattutto per la sicurezza personale di autisti e controllori».

Venerdì 26 marzo è andato in scena lo sciopero dei bus proclamato da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal e Ugl Autoferro.

Roberto Piccardo, segretario Rsa di Ugl Fna, ha commentato: «L'adesione è stata altissima, ma vorrei fare una precisazione sulle motivazioni che hanno spinto i lavoratori a incrociare le braccia. Non si tratta solo del rinnovo contrattuale per la parte economica ma, almeno per la nostra organizzazione, soprattutto per la sicurezza personale».

«Troppe - prosegue Piccardo - le aggressioni subite dai dipendenti del trasporto pubblico, soprattutto quelli alla guida o gli addetti alla verifica dei titoli di viaggio. Vorrei fare anche una parentesi sui commenti letti sui social. Ho visto davvero tanti "Leoni da tastiera" scrivere che alla base dello sciopero ci sarebbe solo una scarsa voglia di lavorare. Questa non è mai mancata a differenza della paura di essere aggrediti durante il turno. La nostra sigla sindacale si è sempre impegnata sul fronte della sicurezza e continuerà a battersi per portare avanti queste istanze dei lavoratori. Capiamo il momento difficile a livello generale a causa del covid, ma non accettiamo gli insulti a una categoria da sempre presente sul territorio».

«Come Ugl - conclude Piccardo - siamo vicini e solidali a tutti i lavoratori di tutte le categorie che rappresentiamo essendo un sindacato confederale. Lo scorso 11 marzo avevamo annunciato proprio su Genova Today la nostra proposta di chiedere al presidente della Regione Giovanni Toti di seguire l'iniziativa del governatore della Sicilia destinando in autonomia il vaccino ai dipendenti del trasporto pubblico e ad Amt di vaccinare il personale su base volontaria. Siamo contenti che oggi anche altre sigle sindacali si siano allineate alla nostra proposta».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero bus, Ugl: «Troppi "leoni da tastiera", protestiamo perché abbiamo paura delle aggressioni»

GenovaToday è in caricamento