Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità

San Martino, il Rotary dona nuove apparecchiature per la terapia intensiva covid

Si tratta di due broncoscopi multiuso flessibili e di un macchinario per la tosse che resteranno a disposizione del policlinico per migliorare le prestazioni di cura

Non si fermano le donazioni finalizzate a supportare il lavoro dell’ospedale San Martino nella lotta al coronavirus. Nella giornata di martedì il Rotary Club Genova Nord, supportato dal Distretto Rotary 2032 con la collaborazione di altri Rotary Club Genovesi, ha donato due broncoscopi multiuso flessibili e un macchinario per la tosse, destinati al reparto di Terapia Intensiva covid ubicato del Monoblocco.

I macchinari saranno a disposizione della Clinica Anestesiologica e Terapia Intensiva per il trattamento e l’assistenza dei pazienti critici covid. La coppia di broncoscopi multiuso permetterà in particolare al personale di reparto di eseguire la maggior parte delle procedure broncoscopiche con sistemi di più alta qualità, rapidi ed efficienti, oltre a consentire una riduzione dei costi dovuti all’utilizzo di sistemi monouso.

Associati alla macchina della tosse, i broncoscopi consentiranno inoltre di ridurre l’incidenza di infezioni batteriche e di accorciare i tempi di degenza dei pazienti, in un’ottica di miglioramento della qualità dell’assistenza dei pazienti covid.

Ai due strumenti si va ad affiancare una “macchina per la tosse”, che permetterà di favorire la rimozione delle secrezioni anche in pazienti intubati e paralizzati in terapia intensiva, non in grado di tossire autonomamente, con conseguente riduzione di eventuali complicanze respiratorie.

«Regione Liguria ringrazia il Rotary per l’azione di solidarietà effettuata a sostegno del Policlinico San Martino di Genova - ha detto il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti  - per supportarlo con nuove apparecchiature necessarie nella lotta contro il Covid. Grazie alla generosità dimostrata dal Rotary Club Genova Nord il nosocomio riceverà attrezzature importanti a sostegno della nostra sanità. Strumenti indispensabili per i pazienti affetti dal Covid ma che rimarranno anche dopo a disposizione del Policlinico».

«Sono orgoglioso di aver potuto contribuire alla buona riuscita del progetto a favore dell’Ospedale San Martino - ha detto Giuseppe Musso, governatore del Distretto Rotary che riunisce i 42 Club della Liguria e delle province piemontesi di Alessandria, Asti e Cuneo - Nell’emergenza sanitaria legata alla pandemia da Covid-19 i Rotary Italiani hanno saputo agire velocemente e concretamente con progetti di supporto alle istituzioni sanitarie per un totale di oltre 14 milioni di euro. Il Rotary nasce proprio per dare una risposta concreta ai bisogni delle comunità locali mettendo a disposizione le professionalità dei propri soci, la loro capacità progettuale e di intervento diretto».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Martino, il Rotary dona nuove apparecchiature per la terapia intensiva covid

GenovaToday è in caricamento