Alla Fiera parte il Salone Nautico: "stress test" per il traffico

La 58esima edizione inaugura ufficialmente alle 10.30. Atteso il ministro Toninelli, venerdì è il giorno di Salvini e lunedì quello del presidente Mattarella. Timori per la viabilità

È stato inaugurato ufficialmente alle 10.30 di oggi, giovedì 20 settembre, la 58esima edizione del Salone Nautico di Genova: alle ore 10.30 il taglio del nastro con il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, e il sindaco Marco Bucci, mentre poco dopo le 11 alla Fiera è arrivato il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli. Attesi rispettivamente venerdì e lunedì 24, invece, Matteo Salvini e il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

«Ho visto il meglio dell'Italia, queste persone hanno una straordinaria dignità - ha detto Toninelli, che in mattinata ha incontrato i rappresentati del comitato sfollati di via Porro e di via Fillak - Chi ha sbagliato pagherà e loro avranno tutti i risarcimenti, ma la presenza del governo vale per l’umana e sincera vicinanza a una città che si sta già rialzando. Sono qui anche per valorizzare la straordinaria competenza delle imprese in un settore come la nautica: bisogna semplificare la burocrazia, a ottobre il consiglio dei Ministri approverà un sistema informatico centrale con cui tutti i diportisti avranno la possibilità di avere documenti in un unico contenitore».

Messaggio positivo anche dal governatore Toti: «Oggi siamo tutti genovesi, tutti coloro che verranno al Salone diventeranno un pochino genovesi - ha detto rivolto alla platea e alle istituzioni presenti al suo fianco - Ci sono momenti nella storia in cui ci si ricorda dove si è dove è importante esserci, questo è uno di quei momenti: nel giro di poco più di un mese abbiamo trasformato un Salone che poteva essere più dimesso e con meno entusiasmo in una prova che il percorso che abbiamo fatto insieme è indistruttibile, che un ponte può crollare ma non può rompere un sistema che si è formato e funziona»

Che il Nautico fosse un evento molto atteso, da diversi punti di vista, è d'altronde cosa nota: il timore che la tragedia di ponte Morandi potesse in qualche modo disincentivare gli espositori è stato dissipato dalla conferma di tutte le presenze, con 1200 barche e 1000 espositori presenti dal 20 al 25 settembre. Resta l'incognita legata al traffico: il Comune ha predisposto un piano per gestire la viabilità ordinaria, e nell'allestimento le navi più grandi sono state trasportate via mare per evitare di appesantire ulteriormente strade già messe a dura prova. 

Ponte Morandi, Toti: «Priorità, accorciare i tempi per la ricostruzione»

Toti è intervenuto anche sull'incontro di martedì a Roma per discutere con i vertifi del governo sul cosiddetto "Decreto Genova", finalizzato a stabilire le competenze a livello regionale e nazionale per la gestione dell'emergenza e la ricostruzione del ponte in Valpolcevera dopo il crollo del Morandi: «Il Decreto Genova è stato oggetto di una lunga riunione con il Governo - ha chiarito il presidente di Regione Liguria -Certo è che ognuno mantiene le sue perplessità: noi siamo stati chiarissimi, abbiamo detto che per Genova la priorità è costruire il ponte. Ogni altro obiettivo viene dopo la ricostruzione del ponte. Come Regione Liguria  ho chiesto ad Autostrade un piano di demolizione del ponte e oggi Società Autostrade ci presenterà il piano che noi manderemo al commissario di Governo, a Palazzo Chigi e al Ministero delle Infrastrutture. Ma i tempi devono essere inferiori a quelli che si preventivano»

La situazione del traffico

La zona che maggiormente sta subendo conseguenze legate al traffico è quella di Sestri Ponente e Cornigliano, dove convergono gran parte dei veicoli provenienti dall’autostrada e diretti verso il levante e, nel caso dei mezzi pesanti, verso il porto. Anche giovedì mattina via Siffredi, via Puccini e via Manara erano praticamente paralizzate dalle code, e forti rallentamenti si sono registrati anche a Bolzaneto, all’altezza del casello autostradale dell’A7.

A metà mattinata, in orario di inaugurazione del Salone, qualche rallentamento in uscita dalla Sopraelevata in direzione levante, mentre la corsia lato mare di corso Marconi è stata occupata per un breve tratto dai veicoli in accesso all'area di parcheggio nel piazzale.

La speranza, in generale, è che la nuova Via Superba, inaugurata mercoledì mattina, possa assorbire gran parte del traffico di tir e camion nel ponente, anche se il fatto che il viadotto di Genova Aeroporto sia off-limit ai mezzi superiori alle 7,5 tonnellate rappresenta un grande ostacolo per la riuscita del piano. 

Doppio presidio agli ingressi del Salone: Riparazioni Navali e Qui Ticket

Traffico tutto sommato regolare in zona Foce, complici forse anche le modifiche alla viabilità stabilite dal Comune (qui tutti i dettagli), ma a complicare leggermente la situazione ha pensato però due manifestazioni di protesta, quella delle maestranze delle Riparazioni Navali, che hanno dato vita a un presidio in via dei Pescatori (chiusa al transito dalla Municipale) e quella dei lavoratori Qui Ticket , che si sono spostati davanti all'entrata dell'area fieristica, senza creare problemi alla viabilità.

Lo stand della Regione per "far ripartire Genova"

A testimoniare come Genova stia resistendo e cercando di ripartire dopo il crollo del Morandi sarà, in particolare, lo stand allestito da Regione Liguria al Salone: 12 metri lineari tappezzati di schermi grandi e piccoli dove scorreranno le fotografie dei volti dei liguri, video emozionali con gli scorci più belli della regione e immagini degli eventi dell’ultimo anno. Allo stand si potranno inoltre acquistare le magliette “Genova nel cuore”, andate letteralmente a ruba nelle ultime settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoranti di Genova proposti dalla Guida Michelin 2020

  • Due trattorie di Genova tra le migliori in Italia, secondo la classifica di "Repubblica Sapori"

  • Tragedia in via Piacenza: uccide la moglie e si getta dal balcone

  • Coronavirus, Viale: «Negativi i test sulle persone esaminate al San Martino»

  • Pentema diventa un set per il film "Mondi Paralleli"

  • Referendum per il taglio dei parlamentari: come e quando si vota

Torna su
GenovaToday è in caricamento