rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Attualità Camogli

I numeri della Sagra del Pesce di Camogli: 30 quintali di fritto, 3000 litri di olio

Dopo un biennio di stop forzato, la festa ha animato il weekend di Camogli

Si è chiusa domenica 8 maggio, la Sagra del Pesce di Camogli, arrivata alla 70esima edizione dopo un biennio di stop forzato. Le celebrazioni nella cittadina non sono ancora finite, infatti lunedì c'è ancora spazio per la Festa della Croce Verde Camogliese, ma per la sagra - amatissima nel Tigullio e non solo - è il momento dei bilanci.

Sono stati infatti gustati 30 quintali di frittura preparata in 3mila litri di olio donato dal brand Friol.

L’evento, iniziato venerdì con stand gastronomici e proseguito sabato con la Festa di San Fortunato con i tipici falò e i fuochi d’artificio, è culminato nella Sagra vera e propria, aperta domenica mattina con la benedizione della padella e del pesce fornito dalla Cooperativa Pescatori Camogli e da Martini & C, a cui è seguita la tanto attesa distribuzione dei cartocci.

Sapori tipici, divertimento ma anche rispetto per l'ambiente: il Comune e la Pro Loco di Camogli hanno deciso infatti di trasformare in biodiesel i 3mila litri di olio usati per la cottura grazie a Liso Srl, azienda ligure che mira a incrementare la raccolta dell’olio alimentare domestico esausto, recuperando un prodotto perfettamente riciclabile.

Il ricavato del costo della vaschetta e del piattino-ricordo in ceramica che riproduce la locandina della sagra, opera dell’artista camogliese Alberto Perini, quest'anno sarà devoluto per sostenere l’istruzione e i bisogni dei bambini ucraini arrivati a Camogli.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I numeri della Sagra del Pesce di Camogli: 30 quintali di fritto, 3000 litri di olio

GenovaToday è in caricamento