Nabil chiude dopo 31 anni, addio a uno dei primi ristoranti etnici genovesi

Si moltiplicano sul sociale network gli attestati di affetto verso il ristoratore, nato in Giordania, di origine palestinese

Venerdì 31 luglio ha chiuso il ristorante arabo Nabil in vico Falamonica, un locale storico dei vicoli genovesi, aperto da 31 anni. Dopo tanto lavoro Nabil e la moglie Lia hanno deciso di concedersi un po' di riposo, o meglio, d'iniziare qualche nuova avventura.

«Si è conclusa ieri l'ultima settimana di attività qui - ha scritto Nabil sulla pagina Facebook del ristorante -. Non posso negare l'emozione per l'affetto che ci state dimostrando. Anche in questo strano periodo abbiamo continuato a fare del nostro meglio per accogliervi calorosamente e farvi gustare sapori e cultura della mia terra. E sicuramente tutto questo mi mancherà e quindi voglio iniziare a ringraziare ciascuno di voi che con la vostra presenza, il vostro sorriso, le vostre critiche costruttive e il vostro passaparola avete reso questo progetto di vita lavorativa un successo di cui siamo fieri».

«Voglio ringraziare - prosegue Nabil - soprattutto mia moglie Lia, senza la quale nessun progetto sarebbe stato possibile e con la quale mi avrete sicuramente sentito discutere in alcuni momenti... Ma anche questa è condivisione. Voglio ringraziare il mio Staff: Davide - da dietro le quinte lavoratore tenace silenzioso non si perde mai d'animo; Alketa - gentile e elegante cameriera molto discreta anche lei dotata di una instancabile laboriosità. 2 persone che tutti i datori di lavoro vorrebbero avere hanno contribuito ciascuno per la propria parte a servirvi sempre al meglio e auguro loro ogni fortuna per il futuro».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Per il momento - conclude il post - un enorme abbraccio virtuale a tutti - tanto di persona fra caldo e restrizioni non si potrebbe comunque. E chi sa che il futuro non ci prospetti altre vie per incontrarci...».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accensione riscadamento 2020: a Genova i termosifoni si accendono dal 14 ottobre

  • Coronavirus: chiusi h24 e sale giochi in tutta la città, i provvedimenti per le zone "rosse"

  • Coronavirus, in arrivo la nuova ordinanza per Genova

  • Covid: i confini delle nuove "zone rosse" di Genova, strada per strada, e cosa è vietato fare

  • Coronavirus e ipotesi lockdown, Bassetti: «Coprifuoco opportuno per Genova, Milano e Roma»

  • Coronavirus: in arrivo un nuovo Dpcm, sembra escluso il 'coprifuoco'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento