menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'inaugurazione della nuova sede del Rina

L'inaugurazione della nuova sede del Rina

Smart working, il Rina firma nuovo accordo: 12 giorni da remoto e diritto alla disconnessione

Il Registro Italiano Navale porta avanti la "rivoluzione lavorativa" della pandemia siglando un'intesa con i sindacati

Fino a 12 giorni al mese di smart working (inteso come lavoro da remoto), con il "diritto alla disconnessione" riconosciuto formalmente a patto di garantire 8 ore lavorative nella fascia 7-20, e un’app per prenotare il posto in ufficio in anticipo: sono i contenuti principali della nuova intesa che il Rina - il Registro Italiano Navale - ha raggiunto con le segreteria sindacali, che coinvolge un totale di 1.600 dipendenti in tutta Italia.

Il processo di ridefinizioni delle modalità di lavoro all’interno del Rina era già iniziato nel 2018, ma la pandemia di coronavirus lo ha accelerato. L’accordo riflette le preferenze espresse dai dipendenti in una indagine interna svolta nell'ottobre 2020, da cui è emersa la volontà dei lavoratori Rina di aumentare, rispetto al massimo di 8 giorni mensili previsti fino a ora, la percentuale di giornate lavorative da svolgere in smart working: da qui la decisione di accordare 12 giorni di lavoro da remoto al mese, e di garantire a ogni lavoratore la possibilità di gestire autonomamente il proprio tempo nella fascia che va dalle 7 alle 20. E per ogni giornata di lavoro in smart working è previsto l’erogazione di un buono pasto.

Lo “stato dell’arte” del cambiamento intrapreso dal Rina è rappresentato dalla nuova sede di via Cecchi, inaugurata a gennaio 2020: uno spazio che si sviluppa su 4.200 metri quadrati in cui gli uffici non sono fissi, ma possono essere prenotati a seconda delle necessità. Lo stesso tipo di intervento verrà applicato nei prossimi mesi anche all’head quarter storico Rina di via Corsica, e poi al al resto delle sedi nel mondo.

«Rina è un’azienda attiva in diversi settori che trova la sua forza nelle persone ed è grazie alle loro competenze se la società ha una forte posizione di mercato - ha detto Nello Sulfaro, managing director di Rina - Per questo, vogliamo incoraggiare un rapporto con il lavoro sempre più virtuoso in cui gli obiettivi comuni siano al centro. L'accordo raggiunto riflette la fiducia che da sempre abbiamo nelle nostre risorse. Grazie allo smart working, il senso di responsabilità che tutti i colleghi mettono in campo ogni giorno consentirà di migliorare ulteriormente la qualità della vita e del lavoro stesso».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento