rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Attualità Santa Margherita Ligure

Tigullio e golfo Paradiso: i Comuni danno l'ok alla gara d'appalto per raccolta rifiuti

Nel corso di una riunione a cui hanno partecipato i Sindaci dei Comuni del Tigullio e del Golfo Paradiso è stato dato il via libera, all'unanimità, alla gara per l'affidamento dei servizi di igiene nei due territori

Nel corso della mattinata del 15 settembre, nel salone del consiglio metropolitano di Genova, si è svolta la seduta delle conferenze d'ambito dei bacini del Golfo del Tigullio e del Golfo Paradiso, indetta per decidere le modalità di affidamento del servizio di igiene urbana nei Comuni dei territori interessati.

I rappresentanti degli enti locali hanno votato e deciso all'unanimità di affidare il servizio di raccolta rifiuti attraverso un bando di gara pubblico, così come stabilito anche dalle norme in materia.

Presidio contro la gara d’appalto per il servizio di igiene ambientale

La legge prevede infatti che l’Ente metropolitano proceda ad un affidamento della gestione di tali servizi mediante ambiti territoriali, in modo che possano essere garantiti standard di qualità finalizzati al miglioramento delle percentuali di raccolta differenziata, e che, attraverso le economie di scala, riescano anche ad individuare forme di razionalizzazione delle tariffe.

Le conferenze d'ambito, come anche le unioni di Comuni, sono ambiti funzionali che riuniscono più comuni di un territorio con l'obiettivo di rendere più economica ed efficiente l'erogazione di un servizio pubblico. Le procedure ad evidenza pubblica, come deciso in questo caso, sono le principali vie utilizzate dagli enti per individuare fornitori di servizi.

I Sindaci, riuniti in conferenza, si sono quindi espressi su quanto illustrato dalla Città Metropolitana, la quale ha individuato e proposto alle assemblee il modello di affidamento tramite gara d’appalto. Il bando sarà pubblicato nel giro di alcuni giorni, con l'obbiettivo di svolgere le procedure di gara e arrivare ad un’aggiudicazione entro fine anno.

I presenti hanno votato la proposta di indire il bando di gara all'unanimità, suggerendo al contempo anche alcuni emendamenti al testo proposto, al fine di garantire una personalizzazione puntuale del servizio sui singoli territori, contribuendo attivamente alla proposta di delibera che verrà presentata in Consiglio Metropolitano il prossimo mercoledì 21 settembre.

Questa decisione ha però provocato la reazione delle sigle sindacali che, in contemporanea alla seduta delle conferenze d'ambito, hanno svolto un presidio davanti alla Prefettura di Genova contro la gara d’appalto per il servizio di igiene ambientale nel Tigullio e nel Golfo Paradiso.

I sindacati hanno dichiarato che la procedura non tutela i lavoratori, sia per la conservazione del posto di lavoro, sia per la corretta applicazione contrattuale delle condizioni di lavoro e soprattutto della sicurezza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tigullio e golfo Paradiso: i Comuni danno l'ok alla gara d'appalto per raccolta rifiuti

GenovaToday è in caricamento