Riapre il Punto Genova Digitale: cos'è e come funziona l'assistenza gratuita

Il servizio è interamente offerto da Open Genova ed è aperto a tutta la cittadinanza ogni martedì di novembre

“Se il cittadino non va al digitale, il digitale va al cittadino” questo è il motto del Progetto Punto Genova Digitale lanciato esattamente un anno fa da Open Genova nei quartieri del Municipio Bassa Val Bisagno.

E dunque, forte del successo conseguito, riapre la sede del Punto Genova Digitale, che offre gratuitamente alla cittadinanza un aiuto per navigare in internet o usare meglio lo smartphone, consultare i servizi ai cittadini del Comune (demografici, sport, tasse e tributi, iscrizioni a scuola, ecc.), conoscere i siti tematici (Polizia Municipale, Visit Genova, Informagiovani, ecc.), scoprire le principali app per smartphone utilizzabili in città come per esempio Toorna, la web app realizzata dall’associazione tRiciclo con Open Genova, AMIU, Comune per favorire il riutilizzo di indumenti, giochi ed oggetti per bambini o fare richieste specifiche da esporre al momento della prenotazione.

La storia del progetto è nota: prima nel Gazebo del CIV di Piazza Manzoni e successivamente in Piazza Galileo Ferraris, ospiti del Circolo Floris, il Punto Genova Digitale ha da sempre riscosso successo. E, per festeggiare un anno di attività il Punto Genova Digitale riapre le sue porte, ancora una volta ospite del Circolo Floris di Piazza Galileo Ferraris, e lo farà tutti i martedì di novembre dalle ore 15 alle 18.

Il servizio è interamente offerto da Open Genova ed è aperto a tutta la cittadinanza fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Calendario

- martedì 6 dalle ore 15 alle 18

- martedì 13 dalle ore 15 alle 18

- martedì 20 dalle ore 15 alle 18

- martedì 27 dalle ore 15 alle 18

Come funziona

Come funziona? La formula è sempre la stessa che ha decretato il successo del progetto:

- prenotazione al numero 010.85.68.111

- 30 minuti di supporto sul problema o tema richiesto

- nessun costo richiesto all’utente

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto

Il Punto Genova Digitale è liberamente ispirato al progetto “Roma Facile” per questo motivo un anno fa in occasione del lancio gli organizzatori hanno chiesto all’assessore della Capitale Flavia Marzano cosa pensa dell’iniziativa. Ecco le sue parole: «È una grande soddisfazione per me aver potuto condividere con la città di Genova la buona pratica dei Punti Roma Facile. Il divario digitale è un punto cruciale da superare per costruire una società più libera, consapevole ed equa. Auspico che la rete dei P u nti R om a F a cile si estenda su tutto il territorio nazionale, con la collaborazione di tutte le amministrazioni locali, perché nessuno resti indietro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Covid, nuove regole in Liguria: alle superiori lezioni a casa a rotazione, "coprifuoco" in 4 zone di Genova

  • Covid, il coprifuoco per frenare il contagio: cosa succede nelle zone rosse. Ospedali in affanno

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Dialetto curioso: "massacan", da dove deriva questa parola antichissima?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento