rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Attualità Centro / Galleria Giuseppe Mazzini

Galleria Mazzini, spariti i lampadari: "Il nuovo soffitto non li regge più"

Amara scoperta per un gruppo di cittadini che si sono rivolti al presidente del Municipio Andrea Carratù su Facebook. I lampadari si trovano in magazzini genovesi ma non si sa quando torneranno in Galleria

La Fiera del Libro è tornata in Galleria Mazzini ma sotto un 'cielo' che da anni non è più lo stesso: dove sono finiti i lampadari storici?

Se lo domandano i residenti che, dalla pagina Facebook Genova contro il degrado, chiedono - è il caso di dire - lumi al presidente del Municipio I Centro Est Andrea Carratù che risponde: "La volta ora come ora non li regge". 

"I lampadari sono in magazzini genovesi non solo per essere restaurati ma anche conservati in attesa che i lavori rimandati da decenni siano finalmente terminati, ricordo che le impalcature agli ingressi erano ormai pericolose da quanto tempo stavano lì. I lavori alla galleria, sono davvero importanti e sicuramente complessi. Riguardano parti pubbliche ma anche private, di tutti i palazzi che affacciano sulla galleria. È chiaro che nelle attuali condizioni i lampadari non possono essere installati nemmeno se fossero restaurati". 

I lampadari restano, dunque, al buio in un magazzino e quel che più colpisce, dopo tutti questi anni di lavori, è che la volta non sia più in grado di reggerli. "Viene da chiedere da chi e in che modo sono stati fatti i lavori di risanamento della copertura", domanda un'internauta ma la risposta tarda ad arrivare.

Al momento, secondo addetti ai lavori, i lampadari sarebbero in ottime condizioni e avrebbero bisogno soltanto di una pulizia; non una passeggiata considerate le dimensioni - enormi - degli elementi di decoro che contribuivano alla peculiarità di Galleria Mazzini, costruita fra il 1870 e il 1880 sull'esempio dei famosi passages di Parigi e della milanese Galleria Vittorio Emanuele II.

Una storia tormentata quella della Galleria: salvata dalle distruzioni avvenute nel confinante quartiere di Piccapietra, il limite orientali delle demolizioni (e successive ricostruzioni) e via dei Cebà. Galleria Mazzini è costituita da 5 palazzi per lato, quelli occidentali affacciano sulla Galleria e su via Roma, quelli orientali sulla Galleria e su via dei Cebà.

La Galleria  è anche sede di attività commerciali di antica tradizione come il ristorante Europa, da decenni ritrovo della classe politica genovese, un negozio di giocattoli che ha incantato generazioni di bambini, il bar Donelli passato alle cronache per fantastiche vincite al Totocalcio, il bar Mazzini, il salotto buono genovese, e ancora la libreria tecnica Hoepli di Bruzzo ricca di manuali. Galleria che negli anni ha visto anche abbassare la saracinesca di alcune attività come la libreria Sileno, fino ai primi anni 90, un punto di riferimento di ogni intellettuale prima dell'avvento di internet o la Coltelleria Bet piegata dalla pandemia e dalla burocrazia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Galleria Mazzini, spariti i lampadari: "Il nuovo soffitto non li regge più"

GenovaToday è in caricamento