rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Attualità

Soccorso alpino: "Aumentano gli interventi per incidenti in mountain bike"

Secondo il report del 2021 crescono i soccorsi grazie alla collaborazione con Grifo, chi ha chiesto aiuto per il 14% dei casi si trovava in sella a una bici lungo i sentieri liguri

Il telefono del soccorso alpino ha suonato 454 volte nel 2021 per richieste di soccorso.

Nella maggior parte dei casi, dall'altra parte della cornetta, c'era qualcuno che chiedeva aiuto in seguito a una caduta (il 42% dei casi), ma anche per essersi smarrito sui sentieri montani (20%). Le persone soccorse si trovavano in montagna per escursioni (58%) oppure per gite in mountain bike (14%).

In diminuzione, invece, gli interventi per fungaioli in difficoltà: solo il 4% lo scorso anno, poco più rispetto a chi stava praticando un’arrampicata sportiva (3%). 

Statisticamente si sono trovati in difficoltà più uomini (il 59%) che donne (41%), prevalentemente di cittadinanza italiana (84%), francesi e tedeschi rappresentano invece il 4%, mentre la fascia di età più soccorsa è stata quella tra i 50 e i 60 anni (19%).

«Rispetto al 2020, che avevamo chiuso con 338 interventi - spiega il presidente del Cnsas Liguria Fabrizio Masella - c’è stato un aumento evidente che però era atteso. La collaborazione con Grifo, l’elisoccorso del 118, infatti, è sempre più stretta anche a fronte del fatto che dell’equipaggio fa parte un tecnico di elisoccorso proprio del soccorso alpino. Ormai quasi sempre collaboriamo soprattutto per l’assistenza a terra in zona impervia. Gli interventi insieme a Grifo sono stati il 32% del totale. Tra gli altri dati da segnalare c’è quello relativo agli interventi per incidenti in mountain bike che sono aumentati in maniera significativa, soprattutto nel finalese, territorio da sempre deputato a questa attività e apprezzato anche dai turisti stranieri».

Anche nel 2021 il soccorso alpino della hanno svolto numerose esercitazioni, 136 per la precisione: «La permanenza nella nostra struttura - sottolinea Masella - è subordinata a precise verifiche tecniche periodiche». Non sono mancate oltre trenta assistenze agli hub vaccinali della Liguria, soprattutto all’inizio della campagna di vaccinazione, ma anche attività di collaborazione con i comuni, in particolare per la consegna di pacchi alle famiglie indigenti del territorio. Il soccorso alpino Liguria, infatti, fa parte della colonna mobile di protezione civile. 

In Liguria le stazioni del soccorso alpino sono sei (La Spezia, Tigullio, Genova, Savona, Finale Ligure e Ventimiglia) a cui si aggiunge anche il gruppo speleo. In totale nella nostra regione operano 285 tecnici. Per entrare nel soccorso alpino bisogna essere soci del Club Alpino Italiano e di età compresa tra i 18 e i 45 anni, dopo il superamento delle prove di ammissione, necessarie per la verifica dei requisiti richiesti si puà iniziare a scendere in campo, anzi a salire per sentieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soccorso alpino: "Aumentano gli interventi per incidenti in mountain bike"

GenovaToday è in caricamento