rotate-mobile
Attualità

La Regione stanzia mezzo milione di euro per i nidi estivi

La giunta regionale ha stanziato 500mila euro per la misura 'Nidi estivi' che è finalizzata a garantire l’estensione dell’apertura di servizi per la prima infanzia, per almeno due settimane consecutive, nei mesi di luglio e agosto

La giunta regionale, su proposta dell’assessore alle politiche socio sanitarie Ilaria Cavo, ha approvato lo stanziamento di 500mila euro per la sesta edizione della misura ‘Nidi estivi’ finalizzata al potenziamento dei servizi per la prima infanzia nei mesi di luglio e agosto.

L'obiettivo della misura è raggiungere gli stessi risultati del 2021, ovvero la copertura delle spese per almeno 7400 posti in asili, centri estivi ed educativi. 

L'assessore Cavo ha dichiarato: “Riproponiamo con la stessa cifra una misura che l’anno scorso ha messo a disposizione 7427 posti per la prima infanzia coinvolgendo 81 comuni liguri e 207 strutture. Si tratta di un provvedimento molto atteso che dal 2019 si estende a tutte le tipologie di servizi per la prima infanzia e quindi certamente i nidi, ma anche i centri bambine e bambini, i servizi educativi domiciliari e le sezioni primavera".

Il provvedimento ha lo scopo di andare incontro alle esigenze delle famiglie in cui, sempre più spesso, entrambi i genitori lavorano e hanno quindi bisogno di servizi di qualità a cui affidare i propri figli piccoli.

Ilaria Cavo ha poi aggiunto: "Per le mamme che lavorano, questa misura consente di conciliare i tempi di vita e di lavoro, senza dover rinunciare alla propria attività professionale. Così facendo Regione va anche incontro alle famiglie che hanno scelto di iscrivere i propri figli a servizi privati accreditati o sezioni primavera paritarie”.

Destinatari delle risorse sono i Comuni capofila di distretto, che dovranno poi ripartire le risorse tra i diversi Comuni aderenti con un atto di programmazione condiviso, che dovrà tenere sia del numero di posti messi a disposizione da ciascun servizio per la prima infanzia nei mesi di luglio e agosto sia del numero di giorni e di ore di apertura giornaliera.

Per avere diritto al contributo è richiesta la garanzia di apertura minima di due settimane consecutive nei mesi di luglio e/o agosto 2022.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione stanzia mezzo milione di euro per i nidi estivi

GenovaToday è in caricamento