rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Attualità

Valpolcevera, prende forma la rinnovata Radura della Memoria

Gli uomini di Aster stanno lavorando per sostituire la pavimentazione intorno ai 43 alberi: una volta terminati, nello spazio sorgerà anche un infopoint di quartiere

Proseguono i lavori in Valpolcevera per la riapertura della Radura della Memoria, lo spazio realizzato sotto il nuovo ponte San Giorgio per ricordare le vittime del crollo del Morandi.

Gli operai di Aster stanno lavorando per cambiare la pavimentazione intorno al cerchio dei 43 alberi piantati in memoria delle vittime, e una volta terminati i lavori nell’area sorgerà anche un infopoint presidiato sette giorni su sette da un’associazione genovese, in cui i cittadini potranno avere informazioni sull’evoluzione dei lavori per il cosiddetto “Parco del Ponte” e fare segnalazioni su eventuali problematiche del quartiere.

La Radura della Memoria è infatti uno spazio temporaneo, che verrà sostituito poi dal “cerchio rosso” progettato dall’architetto Stefano Boeri. I lavori dovrebbero terminare entro i primi 15 giorni di marzo, e prima dello scoppio della pandemia di coronavirus era previsto anche un calendario di eventi che avrebbero dovuto andare in scena proprio nello spazio, a oggi rimandato.

«La Radura, conservando il ricordo di quanto accaduto il 14 agosto 2018, sarà anche un nuovo punto di riferimento per il quartiere - ha detto il sindaco Marco Bucci - accompagnandolo passo passo verso il futuro di tutta l'area che sorgerà ai piedi del ponte Genova San Giorgio».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valpolcevera, prende forma la rinnovata Radura della Memoria

GenovaToday è in caricamento