Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità Marassi / Via Tarcisio Donati

Mamma cinghiale trafitta da una freccia, colletta tra i residenti per salvarla

L'animale è stato avvistato nei giorni scorsi con un dardo conficcato nel collo, gli abitanti di Quezzi hanno deciso di intervenire raccogliendo la cifra necessaria

Mobilitazione a Quezzi per salvare la mamma cinghiale ferita da una freccia: dopo gli avvistamenti dei giorni scorsi le guardie zoofile sono intervenute per salvare uno dei piccoli, e i residenti di Quezzi, dove l’animale è stato avvistato, hanno deciso di raccogliere il denaro necessario per salvarlo e rimuovere la freccia.

La raccolta fondi, organizzata da alcuni residenti delle vie di Quezzi e Marassi alta, ha fruttato quasi 700 euro: « Da questa notte proveremo a prenderla per salvarla, poi vedremo come restituire la rimanenza - spiega Massimo Di Silvestro, uno dei “volontari” che si è mobilitato - È stato emozionante vedere ragazzini, signore anziane, amici e sconosciuti tutti uniti per aiutare un animale ferito. Alla faccia di chi ci ha chiamati perbenisti patetici, non meritando nemmeno risposta. Tanto in questa società come fai fai troveremo sempre qualcuno che critica».

Il denaro è stato consegnato in un bar di largo Merlo, e una volta raggiunta la cifra (350 euro) è stata organizzata la “caccia”, questa volta non per uccidere o per divertimento (come fatto evidentemente da chi ha scoccato la freccia), ma per aiutare mamma cinghiale: l’obiettivo è attirarla in gabbia, sedarla e portarla dal veterinario per rimuovere la freccia.

La prima notte si è conclusa con un nulla di fatto: mamma cinghiale e i piccoli sono stati avvistati a spasso per Quezzi alta, ma non si è avvicinata abbastanza da essere catturata. I volontari riproveranno nelle prossime ore, nella speranza di riuscire a trasformare la vicenda in una storia a lieto fine. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mamma cinghiale trafitta da una freccia, colletta tra i residenti per salvarla

GenovaToday è in caricamento